Gb. Finisce un tabù: le telecamere entrano in tribunale

Molto presto nelle aule del tribunale della Gran Bretagna, potrebbe essere abolito il divieto di fare foto e di riprendere i processi in televisione. Secondo il quotidiano britannico Independent, a maggio, la regina potrebbe annunciare la decisione, una vera e propria svolta per la cultura giuridica britannica. Il quotidiano sottolinea che l’abrogazione del divieto ha lo scopo di ridurre la “mistica” delle aule di tribunale con suo gergo arcano e indecifrabile, e riavvicinare l’opinione pubblica al sistema giudiziario. Stando sempre a ciò che afferma il giornale, a favore della svolta, sono già schierati alcuni ministri, diversi legali e i gruppi per la tutela delle vittime dei reati. Non mancano però alcuni analisti preoccupati dalla possibile deriva sensazionalista della nuova procedura. Le televisioni, sottolineano, potrebbero privilegiare i processi più macabri e scandalistici. Fonti governative hanno confermato la cosa anticipando che le nuove regole verranno annunciate dalla regina in una discorso già previsto per il 9 maggio. Secondo le nome, le telecamere potranno riprendere parti del processo ma non alcuni momenti clou, come la lettura del verdetto. Il governo manterrà l’autorità per bloccare le riprese in caso di processi ‘delicati’ o per proteggere l’identità dei testimoni. le riprese fotografiche sono proibite in Gran Bretagna dal 1925, quattro anni prima delle prime trasmissioni televisive.

Circa Piera Toppi

Riprova

Cremlino ammette: commessi errori durante mobilitazione parziale

Il Cremlino ammette che sono stati commessi errori durante la mobilitazione parziale e spera che …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com