Futur-e: ‘Alessandria, il parco a tema per gli sport estremi’

ALESSANDRIA. Si chiama Xtreme Xperience Land e prevede la realizzazione di un parco a tema dedicato agli sport estremi: è questo il progetto vincitore del primo Concorso Internazionale di Idee lanciato lo scorso luglio da Enel per la centrale termoelettrica di Alessandria nell’ambito di Futur-E, il piano di Enel per la riqualificazione di 23 impianti in Italia per i quali si prefigura o si è già determinata la cessazione della produzione. L’iniziativa di Alessandria, presentata lo scorso luglio, è nata dalla collaborazione tra Enel, Comune di Alessandria, Politecnico di Milano e Università del Piemonte Orientale ha visto circa 200 partecipanti sfidarsi a “colpi di idee” per la riqualificazione dell’area all’insegna della sostenibilità, con progetti arrivati da molte parti d’Italia e anche da Brasile, Colombia, Senegal, Honduras, India, Regno Unito, Albania e Portogallo. La commissione giudicatrice, composta da un rappresentante di ogni soggetto promotore, ha assegnato il primo premio di 20.000 euro al parco tematico per gli sport estremi per l’idea progettuale innovativa e ben articolata, che propone cinque aree tematiche (acqua, terra, aria, energia, natura) affiancate da zone ludiche nonché spazi destinati ad attività di team building. La cisterna per il trattamento delle acque reflue dovrebbe diventare un auditorium da 150 posti, mentre i due serbatoi dovrebbero essere utilizzati per arrampicata e immersioni subacquee/tuffi d’altura, l’uno circondato da aree per skateboard/e biciclette bmx e l’altro da aree per attività di surf/wake board. Previsti anche un simulatore di paracadutismo, un’area parco avventura e un nuovo edificio «percorso» con spogliatoi, impianti, negozi, un centro medico, un ristorante.  Il secondo premio di 15.000 euro è stato assegnato ad “Anello di una storia che continua”, che propone di trasformare l’area della centrale in un polo agricolo di attrazione ed eccellenza dove coniugare la ricerca scientifica, la produzione in campo di varietà locali e il consumo a km zero di prodotti caratteristici del territorio. Ad aggiudicarsi il terzo premio di 10.000 euro è stato invece il progetto “C.O.R.ZE.T.TI”, ovvero un Centro Oncologico, Residenze assistite e Trattamenti riabilitanti che propone di realizzare una struttura dotata di un centro di ricerca oncologico, una residenza socio assistita e un centro riabilitativo, affiancati da una chiesa/auditorium e da una università della terza età. La Giuria ha infine deciso di assegnare una “Menzione Speciale” ad altri due progetti: “E-City”, che propone di riconvertire la centrale in un laboratorio per stoccaggio, ricarica e distribuzione dell’energia pulita, e “Lissandria Innovation Garden” che vuole creare un campus polifunzionale con la presenza di aree didattiche e spazi per il co-working con servizi di incubazione e accelerazione di impresa. Complessivamente erano sei i possibili ambiti di sviluppo delle idee: sportivo, culturale-ricreativo; ricerca e sviluppo; logistica; commerciale; industria manifatturiera innovativa. Adesso Enel avvierà la seconda fase del concorso, approfondendo i progetti e la loro fattibilità al fine di procedere all’effettiva realizzazione di una delle idee progettuali premiate. I risultati del primo concorso internazionale di idee, ha detto Carlo Tamburi, Direttore Country Italia di Enel, confermano che la strada intrapresa con Futur-E è giusta: il coinvolgimento delle Istituzioni e delle Università, l’apertura agli stakeholders e ai cittadini hanno generato un circolo virtuoso che ha fatto registrare una vastissima partecipazione e una grande qualità dei progetti presentati. Stiamo proseguendo in tutta Italia con concorsi, laboratori di idee e progetti aperti al territorio per dare nuova vita ai 23 impianti di Futur-E e una grande opportunità di sviluppo innovativo ai territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com