Road signs emerge on the banks of the Seine river next to the Bir Hakeim bridge and the Eiffel Tower during floods in Paris, Saturday June 4, 2016. The level of the Seine started to drop after peaking earlier in the morning. Both the Louvre and Orsay museums were closed as officials said the Seine had been at its highest level in nearly 35 years. (ANSA/AP Photo/Francois Mori) [CopyrightNotice: AP]

Francia, la Senna continua a scendere

Il livello della Senna continua a calare a Parigi e per ora sembra scongiurato il pericolo di inondazione, ma resta l’allerta di livello rosso in due dipartimenti della Normandia: Seine-Maritime e Eure, dove il bacino della stessa Senna è ancora in piena per una trentina di chilometri a sud di Rouen, dove sono possibili esondazioni in queste ore.  Il ministro dell’Ambiente, Ségolène Royal, ha detto che bisogna restare estremamente vigili per quella zona anche perché sono previste nelle prossime ore forti maree nel Mare Atlantico che potrebbero fare da tappo allo sbocco del fiume. Intervenendo in diretta su BFMTV Royal non esclude di decretare per quella zona il codice rosso. Intanto il premier francese, Manuel Valls, ha annunciato il bilancio provvisorio delle alluvioni in Francia: 4 morti, 24 feriti e 20.000 persone evacuate. “Per il ritorno alla normalità ci vorrà tempo”, ha affermato. In Francia oltre 17.000 case restano senza corrente elettrica a causa dei danni causati dalle inondazioni: è quanto riferiscono i responsabili di RTE, la rete elettrica nazionale. Ieri sera, l’azienda parlava di circa 18.000 abitazioni senza elettricità. Più precisamente, il black-out riguarda 15.210 case nell’Ile-de-France, 550 nel Loiret e oltre migliaio nel Loir-et-Cher. La piena della Senna cala lentamente, soprattutto a Parigi, dopo aver raggiunto 6,10 metri, record degli ultimi 30 anni. Diciotto dipartimenti francesi restano al livello di vigilanza meteo arancione. La compagnia ferroviaria Sncf prevede che la situazione del traffico dei treni e dei treni suburbani nelle zone colpite, Parigi inclusa, non tornerà alla normalità prima della “seconda metà della settimana prossima”. Al maltempo, si aggiunge anche lo sciopero di parte dei lavoratori della Sncf. Ieri l’acqua della Senna aveva raggiunto livelli mai visti negli ultimi 35 anni, tanto che i grandi musei della capitale francese, tra i quali il Louvre, erano corsi al riparo mettendo in sicurezza le opere che si trovano normalmente al piano terra.

Circa Cocis

Riprova

Germania, auto sulla folla uccide due persone e ne ferisce 15

Pomeriggio di terrore a Treviri, città nella parte occidentale della Germania, nel land Renania-Palatinato. La …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com