Fornero incontra i sindacati. Riforma incisiva in poche settimane

Un incontro positivo, quello appena conclusosi tra il ministro del Lavoro Elsa Fornero, e le parti sociali. A dichiararlo lo stesso ministro: “L’incontro è stato contrassegnato da un clima positivo e di collaborazione. Obiettivi comuni quali la lotta alla disoccupazione, in particolare giovanile, oggi al centro dell’attenzione europea, l’aumento dell’occupazione femminile, l’innalzamento dei livelli retributivi attraverso la crescita della produttività dei fattori, saranno le  priorità che debbono essere perseguite nel più rigoroso rispetto dei vincoli europei”. Dagli obiettivi generali, prosegue il ministro, “sono stati ricavati i seguenti obiettivi intermedi: contrasto alla precarietà, risultato di una flessibilità “cattiva”, e valorizzazione della flessibilità “buona” atta a incoraggiare gli investimenti e la crescita delle imprese; riordino degli ammortizzatori sociali attraverso una più uniforme distribuzione delle tutele sia fra segmenti del mercato sia durante il ciclo di vita delle persone; valorizzazione del capitale umano attraverso l’apprendistato, che dovrà diventare forma tipica di ingresso dei giovani; formazione sul posto di lavoro; riqualificazione professionale di chi ha perso l’occupazione; potenziamento delle politiche attive dei servizi per il lavoro che dovranno funzionare più efficacemente nel determinare l’incontro fra domanda e offerta”. “Il Governo e le parti sociali proseguiranno il dialogo in vista della definizione di un insieme di strumenti (dalle tipologie contrattuali agli ammortizzatori sociali) che dovranno essere attivati, o disattivati, per raggiungere tali obiettivi. Si è condiviso un metodo di lavoro flessibile e rapido – conclude Fornero – rispetto al quale ho ribadito la mia piena disponibilità di ascolto, già dall’inizio della prossima settimana, riaffermando al tempo stesso la piena determinazione del Governo a realizzare una riforma incisiva nel volgere di poche settimane”.

Il ministro del Lavoro ha riaffermato al tavolo sulla riforma del mercato del lavoro, “la piena determinazione del governo a realizzare una riforma incisiva nel volgere di poche settimane”. Lo indica con una nota.

Le priorità della riforma del mercato del lavoro – dalla lotta alla disoccupazione giovanile all’aumento dei livelli retributivi – devono essere perseguite nel più rigoroso rispetto dei vincoli europei. Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, in una nota, al termine del tavolo a Palazzo Chigi.

Governo e parti sociali “proseguiranno il dialogo in vista della definizione di un insieme di strumenti (dalle tipologie contrattuali agli ammortizzatori sociali) che dovranno essere attivati, o disattivati, per raggiungere gli obiettivi”della riforma del lavoro. Lo afferma Elsa Fornero, in una nota al termine del tavolo, sottolineando la sua “piena disponibilità di ascolto” e la “piena determinazione del governo a realizzare una riforma incisiva in poche settimane”.

Il presidente di Confindustria Emma Mercegaglia, ha inoltre sottolineato di essere d’accordo con quanto dichiarato da Monti, sull’ art 18: “Tale norma non deve essere più un tabù, crea una dicotomia drammatica, pesantissima all’interno del mercato del lavoro. Quindi questo tema è posto, è sul tavolo, noi lo sosteniamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com