Firenze: Bimbo in coma. Per gioco si colpisce con il fucile del padre

Tragico epilogo per un bambino di Firenze. Il ragazzino di soli 8 anni era da solo in casa, con il fratello maggiore. I due , avrebbero per scherzo preso il fucile del padre, ma l’arma era carica. E, per errore, a farne le spese è stato il più piccolo dei due, un bambino di otto anni, centrato in volto da 13 pallini. E’ successo a Rigutino, in provincia di Arezzo. 

Il fucile, a quanto risulta da una prima ricostruzione, sarebbe del padre, che la tiene in un armadio di casa. L’uomo in quel momento era al lavoro. Il bambino stava giocando col fratello maggiore all’interno della propria abitazione. Il colpo sarebbe così partito per sbaglio. La chiamata al 118, poi il piccolo ha raggiunto l’ospedale di Arezzo in gravi condizioni e, infine, con l’elicottero Pegaso è stato trasportato al Meyer di Firenze. Da ieri sera si trova in coma farmacologico indotto. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com