Fioretto da leggenda, è tris italiano. Arcieri d’oro

Una giornata da ricordare a lungo quella della prima dei giochi olimpici di Londra. Il capolavoro lo hanno fatto le azzurre del fioretto, che hanno dominato il mondo monopolizzando il podio a cinque cerchi. La vittoria è andata alla Di Francisca che, in una bellissima finale, ha battuto la compagna di nazionale Errigo. Ma il capolavoro lo ha fatto l’eterna Vezzali nella finale per il bronzo. Sotto di quattro stoccate a 15 secondi dalla fine ha realizzato l’ennesima impresa della sua carriera, rimontando e vincendo all’extra time. Un’impresa mai vista prima che entra nella storia dello sport. Ma memorabile e storica è anche la medaglia d’oro nella prova a squadre del tiro con l’arco, dove Galiazzo (oro individuale ad Atene), Frangilli e Nespoli hanno prima rimontato il Messico in semifinale e poi, grazie a un finale da crepacuore, hanno superato gli Stati Uniti d’America. Dopo l’otto di Galiazzo al penultimo tiro, serviva un 10 del veterano Frangilli. 10 che è arrivato, pizzicando la linea di quel millimetro che basta per far risuonare l’inno di Mameli per la prima volta in questi giochi.

Oltre al già citato argento di Tesconi nel tiro, sono arrivati altri ottimi risultati dagli azzurri. Buon 3-1 del volley rosa con la Rep. Dominicata, ed il superamento del turno delle tenniste Errani/Vinci (doppio), e Pennetta, Seppi, Schiavone nel singolare.

Nel nuoto bene Ilaria Bianchi in finale dei 100 farfalla con il record italiano. Male Marin, ultimo in un 400 metri che ha visto tramontare il mito di un Phelps impossibile da battere, finito addirittura fuori dal podio. Stupendo Scozzoli nei 100 rana, secondo in batteria e si giocherà il podio domani.

Infine bene anche nel tennistavolo con la veterana Monfardini che ha superato agevolmente il primo turno, 4-0 alla Oshonaike. Bobocica ha invece avuto la meglio sul cubano Pereira

In un’Italia che va a rotoli, le soddisfazioni arrivano da quegli atleti dimenticati per quattro anni dai più e poi osannati come eroi nazionali. Forza e coraggio, le Olimpiadi sono appena iniziate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com