Finlandia : “No allo scudo antispread, o usciremo dall’euro”

Niente scudo antispread. La Finlandia minaccia di uscire dall’euro, pur di non gravarsi anche dei debiti degli Stati membri. Neanche il leader della Commissione Ue Josè Manuel Barroso e il presidente permanente del Consiglio, Herman Van Rompuy, sono riusciti a far cambiare idea a Jyrki Katainen. Il premier finlandese, infatti, di pari passo con l’Olanda, aveva annunciato un veto per bloccare l’impiego dell’Esm, il fondo per l’acquisto di bond di Paesi in difficoltà. Oggi Barroso ha rilanciato l’invito a tutti i Paesi affinché rispettino gli impegni presi “all’unanimità” durante il summit”. A spiegare i motivi della scelta finlandese, il ministro delle Finanze Jutta Urpilainen, in un’intervista al quotidiano Kauppalehti : “La Finlandia non resterà legata all’euro a qualsiasi costo, e ci prepariamo a tutti gli scenari possibili A questo punto, quindi, potrebbero quindi aprirsi nuovi scenari. “Siamo costruttivi e vogliamo risolvere la crisi – ha insistito tuttavia la ministra finlandese – ma non a qualunque condizione”. La Urpilainen ammette poi che Helsinki sta utilizzando la linea dura ed in questo ambito la prossima settimana il paese intende avviare negoziati con la Spagna per ottenere garanzie sull’uso dei fondi anti crisi europei per ricapitalizzare le banche spagnole. Si ripete dunque quello che la Finlandia ha già fatto con la Grecia: il Paese scandivano ha preteso e ottenuto da Atene, lo scorso anno, garanzie bilaterali specifiche, basate su beni immobiliari, per coprire la parte di aiuti di sua competenza. “La Finlandia è impegnata ad essere un membro dell’area euro, e pensiamo che l’euro sia utile alla Finlandia”, precisa poi la Urpilainen . Ha però rilevato come ormai solo pochi paesi dell’Unione valutaria abbiano ancora un rating a tripla A e che Helsinki non accetterà un modello di integrazione in cui tutti sono responsabili in solido per i debiti pubblici di tutti gli Stati. E in questo ambito anche l’idea di una Unione bancaria non potrà funzionare, se basata sulla mutualizzazione delle responsabilità.

Italia furiosa, minaccia guerra commerciale. Furiosa l’Italia dopo le minacce finlandesi di uscire dall’euro e di imporre un ipotetico veto sullo scudo anti spread. A tal punto che secondo l’economista Nouriel Roubini in maniera riservata la penisola avrebbe minacciato Helsinki di boicottarne i prodotti. “Rischi di guerra commerciale”, afferma Roubini a in un messaggio dal social network Twitter. “Con la Finlandia che blocca l’utilizzo del Esm-Efsf per acquistare titoli di Stato di Italia e Spagna, riservatamente – scrive Roubini – i politici italiani minacciano di boicottare Nokia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com