Finanziere incorruttibile rifiuta 100mila euro

BRINDISI. L’inchiesta della Dda di Lecce che ha sgominato un’organizzazione dedita all’importazione di cocaina dal Sud America è partita dalla segnalazione fatta alla Procura da un finanziere, in servizio nel porto di Brindisi, al quale era stato offerto un compenso di 100mila euro per ‘chiudere un occhio’ e far passare la droga dallo scalo.Il militare ha rifiutato il tentativo di corruzione e dato il via alle indagini. L’associazione ha così scelto come approdo i porti di Gioia Tauro e Genova.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com