Finalmente aperto, primi visitatori per i musei provinciali del Trentino

Dopo quasi tre mesi di chiusura hanno riaperto  al pubblico i musei e i castelli del Trentino, con una formula del tutto inedita, per quattro settimane il biglietto d’ingresso avrà un costo simbolico di 1 euro. “Un’occasione importante – ha detto l’assessore provinciale alla cultura, Mirko Bisesti che stamani ha visitato il Castello del Buonconsiglio a Trento – per riscoprire il nostro immenso patrimonio culturale. Un’occasione per i trentini, ma anche per i turisti che da domani potranno tornare a visitare il nostro territorio. Abbiamo riaperto con una tariffa agevolata, pressoché simbolica e naturalmente nel rispetto delle misure previste dai protocolli, al fine di garantire la sicurezza di operatori e utenti. Da oggi anche la cultura trentina riparte e spero che in molti possano tornare ad apprezzare la ricchezza della nostra variegata offerta museale”.

Hanno riaperto oggi il Castello del Buonconsiglio con Castel Thun, Castel Beseno e Castel Stenico, il Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea, il Muse – Museo delle Scienze, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, il Museo Diocesano Tridentino, Le Gallerie, il Museo dell’aeronautica Giovanni Caproni, lo Spazio De Gasperi, il Museo Civico di Rovereto, il Museo Storico Italiano della Guerra, il MAG – Museo Alto Garda, il Museo Casa De Gasperi, il Museo tesino delle stampa e dell’ambulantato “Per Via”.

All’ingresso delle sede museali vengono adottate tutte le precauzioni del caso, come misurazione della temperatura, entrata contingentata, spazi sanificati, disponibilità di igienizzanti. E ovviamente, obbligo della mascherina e rispetto della distanza minima di un metro.

Circa Redazione

Riprova

Mafia: operazione “Agora’” a Catania e Siracusa, 56 arresti

Una vasta operazione antimafia in Sicilia, denominata “Agora’”, ha portato all’arresto di 56 persone. Su …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com