Finale Coppa Italia. Trionfo Lazio con Milinkovic-Savic e Correa, Atalanta battuta 2 a 0

La Lazio vince la settima Coppa Italia battendo per 2-0 in finale l’Atalanta grazie alle reti di Milinovic-Savic e Correa. Un successo che consente agli uomini di Inzaghi l’accesso diretto ai gironi di Europa League. L’Atalanta di Gasperini si è ferma sul più bello, bloccata da un’avversaria più quadrata, sempre lucida, in gradi di soffrire per poi colpire al momento giusto. La Dea, forse, partiva favorita alla vigilia del match e proprio questa tensione gli ha giocato un brutto scherzo. Il tridente delle meraviglie di Gasperini con Ilicic e Zapata insieme a Gomez da spettacolo ma non trova la via del gol.

Il primo tempo inizia a ritmi alti con l’Atalanta che costruisce subito una buona occasione da gol con Gomez il cui diagonale viene bloccato da Strakosha a terra. La replica laziale arriva con due colpi di testa di Acerbi e Leiva che non trovano la porta in rapida sequenza. I primi 20 minuti di gioco sono tutti a marca biancoceleste, poi l’Atalanta inizia a prendere le misure e a giocare di ripartenza, ovvero il piatto forte di casa Gasperini. Zapata e Gomez sono una minaccia costante per la retroguardia di Inzaghi che trova in Luiz Felipe un baluardo insuperabile. La più ghiotta occasione da gol del primo tempo è orobica con una conclusione di De Roon al volo – deviata da un evidente tocco di mano di Bastos –  che centra il palo di Strakosha al 26’. Sulla ribattuta prima Castagne trova la coscia di Luiz Felipe sulla linea di porta e poi Zapata di testa non riesce ad insaccare da due passi. Inzaghi capisce il momento complicato della squadra e preferisce togliere per scelta tecnica il già ammonito Bastos: al suo posto in campo Radu. Un minuto dopo è Correa ad andarsene in contropiede prima di sbattere contro Masiello che lo ferma in modo falloso: il giallo dell’arbitro Banti sventolato in faccia al difensore dell’Atalanta scatena le proteste laziali che chiedevano una sanzione più severa. Gli ultimi minuti del primo tempo regalano due guizzi di Zapata e Immobile. I primi quarantacinque minuti terminano in parità.

La ripresa inizia con ritmi altissimi, le due squadre vogliono segnare, ci mettono agonismo, forse fin troppo. Al 49’ Hateboer sfiora il gol con una potente conclusione sulla quale si oppone alla grande Strakosha. Al 67’ Inzaghi toglie uno spento Immobile per inserire Caicedo che subito da vivacità all’attacco laziale. Ma è l’Atalanta con Gomez a sfiorare il vantaggio con tiro cross dalla sinistra che al 76’ scheggia la parte esterna del palo. Inzaghi nell’ultimo quarto d’ora si gioca la carta Milinkovic-Savic al posto di Luis Alberto. E’ la mossa vincente. Proprio il centrocampista serbo all’82’ sugli sviluppi di un angolo battuto da Leiva decolla anticipando Djimsiti e infilando Gollini. La Lazio è in vantaggio. Gasperini prova a scuotere la sua squadra con un triplo cambio: fuori Zapata, Castagne e De Roon per Barrow, Meijers e Pasalic. E’ la Lazio però ad esultare ancora: è il 90’ quando Correa raccoglie un rilancio di Luiz Felipe e con un doppio dribling fa fuori la difesa nerazzurra e segna il gol del 2-0. La partita è praticamente finita e la Lazio può festeggiare con la sua 7° Coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com