Figlia della Tymoshenko al congresso Usa denuncia abusi sulla mamma

La figlia di Yulia Tymoshenko, Evgenia Carr, figlia dell’ex Premier ucraino Tymoshenko,  ha denunciato di fronte al Congresso americano gli abusi che la madre è costretta a subire in carcere, sollecitando l’Amministrazione americana a esercitare pressioni sull’Ucraina perchè la leader della “rivoluzione arancione” venga liberata. L’ex premier è “detenuta illegalmente, maltrattata e umiliata”, ha dichiarato Carr a una audizione alla sotto commissione affari europei del Senato, aggiungendo che la madre è “deprivata del sonno, subisce intimidazioni tese a spezzarla e ha di recente rischiato di morire”, dopo aver perso conoscenza in cella in seguito a una “misterioso abbassamento della pressione”. Tymoshenko è stata condannata lo scorso ottobre a sette anni di carcere per abuso di potere in relazione all’accordo sul gas sottoscritto con la Russia nel 2009, quando era premier. Carr si è già recata a Berlino, Copenhagen e Parigi per sensibilizzare l’opinione pubblica e i politici sulla situazione in cui si trova la madre a cui il presidente e rivale politico, Viktor Yanukovich vorrebbe far firmare una lettera “in cui chiede pubblicamente scusa e riconosce i suoi errori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com