Fiat Termini:intesa raggiunta

L’ intesa c’è. Fiat, Governo e Sindacati hanno deciso sulle sorti dei lavoratori della Termini Imerese: gli incentivi alla mobilità a carico del Lingotto, in media 460 euro mensili, riguarderanno 640 lavoratori.

Gli altri lavoratori saranno assunti secondo un piano progressivo dalla Dr Motor. L’accordo è stato siglato da tutti i sindacati, compreso la Fiom. Il costo totale dell’operazione sarà di circa 21,5 milioni di euro. Questo significa che i 640 lavoratori riceveranno in media 22.850 euro più l’indennità per il mancato preavviso e il premio fedeltà.

Si tratta di un successo per il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, protagonista della mediazione, all’indomani del giorno che ha visto la chiusura dei cancelli dello stabilimento siciliano della Fiat. Apprezzamento immediato arriva anche dalla Cgil: “Un’intesa apprezzabile e positiva perchè risolve il problema degli incentivi accompagnando alla pensione oltre 600 persone” afferma il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere, sulla trattativa per lo stabilimento Fiat di Termini Imerese. “E’ stato positivo il lavoro svolto dal ministro Passera e dallo stesso ministero – aggiunge – per costruire una soluzione basata sul rispetto degli interessi in campo”.

L’intesa tra Governo, Fiat e sindacati sarà formalizzata in un incontro che si terrà giovedì 1 dicembre al ministero dello Sviluppo economico. Lo riferisce l’Ugl metalmeccanici aggiungendo che la riunione si terrà in mattinata.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com