Fiat, Marchionne vede nero: “Nessuna ripresa nel 2013”

Quest’anno potremmo aver toccato i livelli più bassi di vendita e non vedo miglioramenti per il 2013 se non marginali del mercato”. Previsioni negative per l’amministratore delegato del gruppo Fiat Sergio Marchionne, per il quale “spetta all’Ue aprire un dialogo franco con i Paesi membri per gestire la crisi dell’auto”. “L’ Unione europea deve smettere di firmare accordi di libero scambio almeno per ora”, ha aggiunto Marchionne, per il quale  non è il momento di abbracciare questo tipo di politiche”. Ed in merito al taglio del rating annunciato da Moody’s ha dichiarato: “Ce lo aspettavamo, ma non rispecchia la solidità finanziaria del gruppo. Si tratta tuttavia di  una mossa comprensibile se guardiamo la situazione del mercato in Italia e in Europa”.  Intanto venerdì si terrà al Ministero dello Sviluppo Economico una riunione tecnica con la Fiat nell’ambito del confronto in corso per studiare misure a sostegno delle esportazioni. Non è prevista la presenza all’incontro dei vertici del Lingotto e del ministero. “Siamo già al lavoro, i tavoli con la Fiat sono iniziati”, ha detto nei giorni scorsi il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera. “E’ un lavoro importante quello che abbiamo avviato. Spero di avere un rapporto costante con il ministro Passera”, ha affermato Marchionne a Parigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com