‘Festa della donna’, femmicidio, e ‘Il sogno violato’ visto dalla stilista Anna Palladino

Il 7 marzo a Napoli si è svolta la manifestazione ‘#InsiemeperilTerritorio : Eccellenze dell’Eno-Gastronomia, dello Spettacolo e dell’Arte sartoriale per il recupero dei ragazzi a rischio di Napoli e contro la violenza di genere ed il femminicidio’, organizzato dalla giornalista Teresa Lucianelli e dall’arch. Assunta Polcaro.Allo scoccare della mezzanotte, con l’ingresso nell’ 8 marzo, ‘Festa della Donna’, brindisi contro il femminicidio e la violenza di genere, a cui è dedicata la 4’ edizione della maratona nazionale con performance di alta moda sposa con le creazioni esclusive firmate da Angela Solla: ‘Il sogno violato’  contro la violenza sulle donne. E’ intervenuta, per Angela Solla,  la stilista di alta moda sposa, Anna Palladino, che ha presentato il suoi abiti motivando, ed illustrando,  il motivo che vedeva gli abiti ricoperti, a tratti, di sangue. La stilista si schiera dalla parte di chi ha vissuto la favola del matrimonio che spesso si sgretola dopo il fatidico sì. Uomini che si propongono come principi azzurri ma non sono niente altro che belve. Le statistiche italiane, sottolinea la stilista, parlano di numeri raccapriccianti che parlano di femminicidio, di violenze consumate all’interno di mura domestiche, di matrimoni che altro non sono che palcoscenico in cui mettere in scena violenze ed abusi che terminano, purtroppo, con la morte. Molte delle mie spose, denuncia Anna Palladino, avranno vissuto questo dramma. La stilista, attraverso la manifestazione all’evento, vuole dare coraggio e voce a tutte quelle donne che nel matrimonio dietro al principe hanno  trovato la belva celata. Eros e  Thanatos, ovvero,  ‘pulsione di vita’ e ‘pulsione di morte’. 

Cocis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com