Ferrari, cambio al vertice: via Arrivabene. Al suo posto c’è Binotto

Il 2019 dovrà essere, per forza di cose, l’anno del riscatto per la Ferrari. La casa di Maranello è arrivata seconda sia nella classifica costruttori che in quella piloti con Mercedes e Lewis Hamilton che hanno avuto la meglio. Sebastian Vettel e l’ormai ex pilota della Rossa Kimi Raikkonen sono stati i principali indiziati, con il finlandese che ha anche lasciato il posto al giovane francese Charles Leclerc che farà coppia con il tedesco. L’anno nuovo, però, ha portato un’altra inaspettata novità in casa Ferrari: il licenziamento del team principal Maurizio Arrivabene.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, la convivenza tra le parti era diventata ormai forzata con la casa di Maranello che ha deciso per l’avvicendamento con Mattia Binotto che fino allo scorso anno era il direttore tecnico della scuderia italiana. L’addio di Arrivabene non è ancora ufficiale e potrebbe avvenire già nelle prossime ore: l’ormai ex team principal lascia la Ferrari dopo oltre 4 anni alla direzione sportiva. Binotto che prenderà il suo posto ha 49 anni ed è praticamente cresciuto alla Ferrari dato che fa parte del team di Maranello dal 1995, quando di anni ne aveva 26.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com