Fase 2, Brunetta: “A Italia servono 50 miliardi in 100 giorni”

“E se la smettessimo con la retorica? All’Italia servono 50 miliardi in 100 giorni, per salvare la propria economia, il proprio sistema imprenditoriale, il proprio tessuto produttivo e distributivo. Altrimenti, in autunno, una impresa su tre rischiera’ di chiudere definitivamente e gli effetti negativi su produzione, lavoro e reddito potrebbero essere devastanti, molto piu’ gravi di quanto gia’ negativamente stimato. Ma dove andare a prendere tutti questi soldi? Come fare con i tempi assolutamente stretti ma altrettanto necessari? E come fare ad allocare e spendere in maniera mirata una quantita’ cosi’ rilevante di fondi, che a vario titolo dovranno essere assorbiti dalla nostra economia? L’appello di industriali e mondo bancario lanciato l’altro giorno all’Esecutivo parla chiaro in modo brutale e se qualcuno se ne e’ risentito vuol dire che non ha capito nulla della gravita’ della situazione e ha la coscienza sporca”. Cosi’ Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, in un editoriale pubblicato oggi sul Riformista.

“Quanto stanziato dal Governo – prosegue – con gli ultimi tre decreti (Cura Italia, Liquidita’, e Rilancio) per 80 miliardi non solo non e’ sufficiente per dare una risposta credibile a famiglie e imprese, ma ha la caratteristica di essere trasferito col contagocce, intermediato da una insopportabile burocrazia che fa letteralmente uscire fuori di testa famiglie e imprese. La politica di froant-load da noi invocata, consistente nello spendere subito tutto il maggior deficit necessario in quest’anno sabbatico, non c’e’ stata, a differenza di quanto successo in altri paesi come Germania, Stati Uniti e Francia. Un anno cosi’ non va sprecato. Un anno in cui tutto e’ possibile, dal piu’ deficit, quasi senza limiti, agli aiuti di Stato, alla deregolamentazione in campo bancario. Un anno cosi’ non andava pero’ sprecato, soprattutto attraverso la concreta immediatezza di fare entrare decine di miliardi nelle tasche degli italiani colpiti dalla pandemia, senza se e senza ma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com