Ex M5S Mura si dimette dal Parlamento: “Subito linciaggio mediatico “

Andrea Mura si dimette dal Parlamento. Il velista sardo eletto alle ultime elezioni politiche con il M5S dopo le polemiche legate alle sue assenze in aula per ‘fare politica sulla barca a vela’ e la sua espulsione dal gruppo penta stellato lascia la Camera dei Deputati. Con una lettera inviata al presidente Roberto Fico parla di “linciaggio mediatico senza precedenti, di accuse ignominiose basate su fatti inesistenti, su affermazioni da me mai pronunciate, che nessuno ha mai voluto verificare. Ho subito dei danni enormi e agirò in tutte le sedi per difendere la mia reputazione”.

Un accanimento ingiustificato perché, scrive nella lettera, “ho partecipato alla stragrande maggioranza delle sedute della Camera. In totale sono mancato a 7 sedute, per impegni sul territorio o per una breve malattia”. Un j’accuse al Movimento 5 Stelle che spiega al Presidente Fico, autorevole membro del suo ormai ex Movimento. “Sono stato espulso dal mio gruppo parlamentare senza essere nemmeno convocato, senza poter replicare alle accuse infamanti che mi sono state rivolte”.

“Alla luce di tutto quello che è accaduto non ha alcun senso restare in quest’aula, senza poter incidere, senza poter portare avanti il progetto per cui sono stato eletto dai cittadini che mi hanno votato”. Ed ora da cittadino comune ritorna nel suo mondo, lo sport ed il mare, ma non resterà fermo. “Continuerò le mie battaglie per la difesa del mare e dell’ambiente fuori del Parlamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com