Europa League. L’Inter vince 2-0 grazie a Eriksen e Lukaku

Inizia con una importante vittoria l’avventura dell’Inter in Europa League dopo essere stata eliminata nella fase a gironi della Champions League. Nei sedicesimi di finale gli uomini di Antonio Conte vincono, in terra bulgara, a Razgrad, contro il Ludogorets Psg 2-0. A decidere il match una rete di Eriksen, la prima con la maglia nerazzurra al 71′, e una di Lukaku al 94′ su calcio di rigore. Per i nerazzurri é stata una partita complicata: ha tenuto il pallino del gioco per quasi l’intera partita ma si é dovuta affidare alle prodezze dei singoli per fare proprio il match. Il massiccio turnover ha inciso e non poco sulla qualità del gioco nerazzurro. Inoltre Eriksen, la cui classe sopraffina non si discute, sembra ancora troppo smarrito nel gioco di Conte.
Conte in avvio sceglie Ranocchia in difesa al fianco di Godin con Moses e D’Ambrosio esterni, Eriksen in campo dal primo minuto a supporto di Lautaro e Sanchez.

Al 2′ subito Inter pericolosa: cross splendido di Moses, Biraghi controlla in area con troppa lentezza e il tiro viene ribattuto in angolo. I ritmi sono bassi, i nerazzurri controllano e il Ludogorets non affonda. Al 25′ Vecino serve Moses che va al cross per Biraghi che dalla parte opposta tira al volo, ma il Ludogorets si salva. Poco dopo Sanchez serve Eriksen in posizione di centravanti, in area, stop di petto a seguire, ma in uscita Iliev si salva. Sul finire del primo tempo mucchio selvaggio, con vari rimpalli, alla fine tira Lautaro ma Iliev blocca con facilità.

Ad inizio ripresa Inter più convinta e al 50′ ancora un cross di Moses trova il cileno, tacco ravvicinato di Sanchez, che termina sul palo e viene poi messo in angolo. Passano due minuti e ci prova Lautaro ma il tiro in bello stile termina di poco sopra la traversa. Pericolo per i nerazzurri al 57′ con Godin che si avventura in dribbling sulla trequarti, perde palla e il Ludogorets parte in campo aperto, ma Cicinho viene fermato. I padroni di casa al 69′ chiedono un calcio di rigore ma il replay al Var del tocco di mano di D’Ambrosio dice di no. Poco dopo corto rinvio della difesa dell’Inter e tiro di Grigore in diagonale, tutti fermi con la palla che sfiora il palo alla sinistra di Padelli.

Al 64′ esce Lautaro ed entra Lukaku e al 71′ l’Inter passa in vantaggio: Lukaku (nella foto fonte ANSA) stoppa la palla spalle alla porta e appoggia per il destro di Eriksen che infila l’angolino per l’1-0. Dopo due minuti al 73′ ancora Eriksen protagonista ma questa volta la conclusione si stampa sulla traversa a Iliev battuto. I nerazzurri una volta in vantaggio congelano la gara con il Ludogorets che non riesce ad impensierire la difesa italiana. Nel finale l’Inter raddoppia, su azione d’angolo Ranocchia viene anticipato da Anicet con una mano. Il Var segnala l’infrazione e l’arbitro dopo la revisione al monitor concede il penalty e ammonisce il giocatore. Al 94′ Lukaku si presenta sul dischetto e spiazza il portiere per il 2-0 finale dell’Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com