Europa League: Bene Fiorentina e Juventus. Tiene il Napoli, sconfitta la Lazio all’Olimpico

Due vittorie, un pari ed una sconfitta per le italiane impegnate in Europa League

Tutto facile per le squadre italiane, un mercoledi favorevole a Fiorentine e Juventus che vincono, rispettivamente contro Esbjerg e Trabzonspor. I viola si impongono, fuori casa, per tre ad uno grazie alle marcature di Matri, Ilicic ed Aquilani mentre i bianconeri vincono il match per due a zero grazie ad Osvaldo e Pogba. Tocca a Lazio e Napoli chiudere la serata. I primi giocano all’Olimpico contro il Ludogorets, squadra bulgara, gli azzurri sono impegnati contro lo Swansea in una gara inedita. La squadra gallese incrocia gli azzurri in ‘Europa League’ dopo l’esclusione degli uomini di Benitez dalla Champions.
La partita – Sei minuti di gioco, tre azioni da rete. Le prime due ad opera di un Napoli molto intraprendente. Prima Callejon poi Hamsik sfiorano il gol, Dyer per i padroni di casa impensierisce Rafael. Al 23′ ci prova anche Bony ma il pipelet azzurro non si lascia sorprendere. Lo Swansea gioca un buon calcio, improvvise impennate e gioco ad ampio respiro. Il primo tempo termina zero a zero. Nella rirpesa per il Napoli ci prova Higuain ma non inquadra la porta. Al 59′ viene ammonito Insigne. Al 64′ è la volta di Callejon che però non inquadra lo specchio e la palla esce fuori. Al 74′ è la volta di Dzemaili, la sua conclusione è respinta da un difensore. Sempre al 74′ Insigne lascia il terreno di gioco, al suo posto entra Mertens. All’83’ anche el Pipita lascia il campo, al suo posto Pandev. Il risultato non cambia. Il Napoli, giovedì prossimo, affronterà, tra le mura amiche, per la gara di ritorno la compagine gallese.

La partita – La Lazio nei primi quarantacinque minuti non è riuscita a sbloccare il risultato, ha evitato al nono la capitolazione grazia a Berisha che ha parato un rigore a Dyakov ma lo stesso non può nulla sulla conclusione di Bezyak al 45′. Al 50′ tocca a Stoyanov respingere la conlucione dal dischetto calciata da Anderson. Al 58′ entra Candreva in luogo di Anderson che pochi minuti prima aveva ancora cercato la via del gol. Reja decide anche per il secondo cambio, Gael Kakuta rimpiazza Senad Lulic. Piove sul bagnato. Al 73′ Luis Cavanda si becca un cartellino rosso, lascia il campo ma soprattutto in suoi conpagni in dieci. Al 78′ terza ed ultima sostituzione per i capitolini. Papea prende il posto di Klose. All’89 ci prova anche il romeno Radu, poi Candreva ma non è serata. Nulla cambia, la Lazio esce sconfitta dal primo incontro. Giovedì in Bulgaria per tentare si superare il turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com