Esame di stato addio, per l’abilitazione di dentisti e farmacisti basterà la laurea

 Non servirà più l’esame di stato per l’abilitazione  a diverse professioni.

La notizia è stata resa nota da Consiglio dei ministri dopo l’approvazione di un ddl che introduce nuove disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti. Il protagonista del disegno di legge è il ministro dell’Università, Gaetano Manfredi.

Addio all’esame di stato per tutte (o quasi) le professioni regolamentate. E’ questo l’obbiettivo in tre tempi che si è posto il responsabile del dicastero che rappresenta l’ultimo grado della formazione e della didattica. In pratica, basterà la laurea magistrale per l’abilitazione all’esercizio delle professioni.

I primi a veder coincidere laurea e abilitazione saranno odontoiatri, farmacisti, veterinari e psicologi. Poi toccherà a geometri, agrotecnici, periti agrari e periti industriali laureati iscritti a una delle tre nuove lauree professionalizzanti introdotte quest’anno.

Infine – ma solo su iniziativa dei consigli nazionali o delle federazioni – potrebbe toccare ad architetti, biologi, ingegneri, dottori commercialisti, ecc.

Il ddl prevede che il tirocinio pratico-valutativo sia svolto all’interno dei corsi di laurea e che di conseguenza l’esame conclusivo del corso di studi divenga anche la sede nella quale espletare l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio della professione.

Circa Redazione

Riprova

Firenze intitolerà una strada della città a David Sassoli

In occasione della commemorazione di David Sassoli al Parlamento europeo, il sindaco di Firenze Dario …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com