Ercole, tra mito e consapevolezza

Domenica 29 marzo prossimo, nella sala conferenze del Castello Orsini di Fiano Romano (Roma),   l’Associazione Cultura in Cammino presenta il convegno: “Ercole, la salvezza nel linguaggio figurato del mito. Dalla caverna platonica alla Luce della consapevolezza”. Il presidente dell’associazione, Giovanna Canzano, tratterà il tema della redenzione nella X fatica. Giovanni Luigi Manco, autore del saggio “Ercole, il Buddha mitologico”, illustrerà Ercole visto nel buddhismo del Gandhara. L’attore, regista e autore Ercole Ammiraglia parlerà della valenza del mito e delle “dodici fatiche”. L’attrice Daria Swann reciterà, nell’antica lingua ellenica, l’inno orfico ad Ercole e le sacre sillabe di Eleusi. Si parlerà, quindi, di Ercole e delle sue Colonne, varco tra il conosciuto e l’ignoto, dei limiti angusti e degli sconfinati orizzonti, tra l’uomo e l’oltre uomo. Ercole affronta con coraggio le prove di Hera, volute per infondere in tutti noi coraggio e consapevolezza. L’Inno Orfico ad Ercole ha lo scopo di ricordare agli Esseri Umani come devono affrontare i problemi nella società in cui vivono. C’è sempre un Leone di Nemea, c’è sempre un’Idra, un Cerbero, a fermare il cammino delle persone. Ci sono sempre delle stalle da pulire o dei Pomi della Conoscenza da cogliere. C’è sempre una cerva da rincorrere o degli uccelli neri che vogliono pasteggiare delle nostre sconfitte. L’Inno canta la donna e l’uomo che modificano il presente, esigono giustizia, anche a costo di affrontare prove durissime. Questo nei sublimi versi dell’inno ad Ercole, che l’attrice Daria Swann leggerà nella stessa lingua in cui fu composta, proprio per farci avvertire l’armonia sonora delle espressioni, più importante del contenuto verbale. Scienza, religione, filosofia, psicanalisi; questi sono i territori in cui l’autore si avventura, svelandone truffe, inganni e mistificazioni, per poi arrivare ad esplorare il mito di Ercole (o Eracle) e le sue dodici fatiche. Dodici come le costellazioni dello zodiaco, dodici come il numero degli dei olimpici, dodici come i mesi dell’anno. Imprese da condurre dentro di sé e solo simbolicamente contro agenti esterni. Una sequenza di prove, un percorso iniziatico per il quale, superata ogni difficoltà, verrà premiato dagli dei. Uno dei tanti messaggi del mito di Ercole che ci viene proposto è che ciò che si vuole veramente, fin nel profondo dell’inconscio, si ottiene sempre. L’Astrologia è lo studio delle energie e forze che agiscono nell’Universo e che guidano l’evoluzione. La Terra subisce nel corso dell’anno periodici influssi da altri pianeti e le costellazioni connesse ad ogni segno dello zodiaco simboleggiano l’aspetto dello spirito, rappresentano il problema del discepolo e ne indicano la soluzione. Il segno ci dà il campo di attività dell’anima ed ogni segno assoggetta l’uomo che opera sotto il suo influsso a certe forze. Le energie dei segni hanno il compito di preparare l’uomo alla crisi di ri-orientamento e avviarlo al suo divino destino. La fatica dà un quadro del lavoro del discepolo che cerca di dimostrare la sua innata divinità e i suoi poteri latenti. La fatica diventa possibile solo per le caratteristiche conferite ad Ercole da quel particolare segno. Spirito, anima e corpo. Il cammino, da Ariete a Pesci, avviene in senso antiorario ed indica l’uomo comune che segue il sentiero delle illusioni e della materia. Ercole, uomo risvegliato, inverte il procedimento e va contro corrente. Attraverso il suo sentiero afferma la sua personalità in senso fisico, emotivo e mentale. Ercole, con il rapporto con il Sé, con il livello di maturità raggiunto con   integrazione dei talenti naturali, individua e raggiunge la sua meta esistenziale, ovvero, l’impegno spirituale per la costruzione del futuro, avendo ben delineato il suo compito di vita,   il suo retaggio storico ed il karma e le limitazioni che doveva superare.

Cocis

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com