Enrico Letta e la sinistra della protesta sociale…

FdI ha chiesto di cancellare dal calendario dei lavori della Camera la discussione delle proposte di legge sulla cittadinanza facile agli immigrati,  e sulla liberalizzazione della droga, che la maggioranza ha posto in agenda come priorità a Montecitorio.

“Due provvedimenti ideologici e fuori dal mondo, portati avanti da una sinistra Pd-Cinquestelle ormai lontana anni luce dal mondo reale e dai problemi concreti dei cittadini. La volontà della maggioranza Draghi di impegnare il Parlamento su questi temi è un’offesa agli italiani alle prese con una crisi economica senza precedenti, alle imprese in ginocchio e alle famiglie strette nella morsa del caro vita”, scrive su Fb Giorgia Meloni, che fa riferimento a una precisa richiesta, formulata alla Camera, dal capogruppo di FdI Francesco Lollobrigida.

“Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata dal caro carburante e dagli aumenti in bolletta, la sinistra al governo porta in Aula le sue priorità: cittadinanza facile agli immigrati e legalizzazione degli stupefacenti. Come sempre, totalmente sconnessi dalla realtà”.

Sullo stesso tema Matteo Salvini aveva minacciato la maggioranza di cui fa parte: “Incredibile, vergognoso e irrispettoso per gli italiani. In un momento di crisi drammatica come questo, la sinistra mette in difficoltà maggioranza e governo insistendo su cittadinanza agli immigrati e cannabis anziché occuparsi di lavoro, tasse e stipendi”. E nel corso di un vertice pomeridiano, ai suoi Salvini ha detto: “Mentre gli italiani hanno problemi di stipendi e pensioni basse, di mutui che salgono e bollette sempre più care, PD e 5Stelle vogliono approvare due leggi su droghe libere e cittadinanza facile per gli immigrati”, chiedendo alla maggioranza di fare un passo indietro.

“Registriamo l’irresponsabilità del governo Draghi che oggi, di fronte a una crisi economica, all’aumento dei prezzi, a una situazione drammatica per gli italiani, porta in aula la liberalizzazione della droga e la cittadinanza agli immigrati: queste sono le priorità della Maggioranza– ha detto in aula Francesco Lollobrigida -.  Fratelli d’Italia chiede al Parlamento di discutere della realtà economica e rende corresponsabili tutti quelli che appoggiano un governo e una maggioranza che si è data queste priorità. Chiediamo di cancellare dal calendario di questa Aula questi obbrobri, non è il tempo e il momento di parlare di argomenti che non siano le strategie e gli interessi degli italiani. Alle forze politiche che si sono battute con noi contro questi temi, chiediamo di evitare che, con la loro complicità, passino norme che violano i principi più importanti della nostra cultura”.

Un mix di politiche sociali e valoriali molto di sinistra. Salari, Ius scholae, diritti, cannabis: il Partito democratico non vuole farsi trovare impreparato quando l’autunno inevitabilmente si scalderà.

Se la crisi economica, malgrado gli sforzi di Mario Draghi per non farla diventare carburante per i populisti, dovesse portare a un indurimento della lotta politica, il Pd potrebbe trovarsi in mezzo al guado tra la responsabilità di partito di governo e la necessità di non lasciare ad altri il monopolio della protesta sociale.

La nuova campagna di Letta a favore della legge sullo Ius scholae è molto chiara nei suoi obiettivi di posizionamento politico. Se i precedenti non depongono a favore (vedi la legge Zan), perché in questo Parlamento la destra ha la forza politica se non numerica di far saltare questo tipo di provvedimenti, tuttavia il Pd intende far approvare lo Ius scholae a Montecitorio prima della chiusura per ferie delle Camere ben sapendo che dopo l’estate il Senato avrà ben altro da fare, a partire dalla legge di Bilancio, e che comunque a palazzo Madama si rischia un Zan-bis. In quel caso i dem sparerebbero ad alzo zero contro la destra oscurantista, ottimo ingrediente per la campagna elettorale.

Circa Redazione

Riprova

Sulle falsità della sinistra Giorgia Meloni replica in tre lingue alla stampa estera

Giorgia Meloni, ospite di “Radio anch’io estate” su Radiouno Rai, smaschera il giochetto di Pd …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com