Emergenza incendi: l’Italia brucia da Nord a Sud, evacuazioni

L’anticiclone africano che per gran parte dell’estate 2021 è stato protagonista su gran parte d’Italia ha subito un’intensificazione negli ultimi giorni, mantenendo il clima estremamente caldo e siccitoso e agevolando il divampare degli incendi. La situazione in alcune regioni è allarmante e solo nella giornata di domenica gli interventi effettuati da parte dei Vigili del Fuoco sono stati 800 in tutta Italia, mentre sono quasi raddoppiati rispetto all’estate scorsa, passando da 26000 a 45000 da metà giugno alla prima settimana di agosto. La situazione più grave è in Calabria, dove venerdì si sono avute anche due vittime.

CALABRIA. Nell’Aspromonte l’incendio di San Luca si sta estendendo alle Foreste Vetuste ed è stato chiesto l’intervento dell’Esercito. Il presidente del Parco dell’Aspromonte, Leo Autelitano, ha scritto su Facebook che ‘Siamo sul luogo dell’incendio assieme ai numerosi volontari di San Luca, amici del Parco, unitamente ai Carabinieri del nucleo biodiversità che gestisce la Riserva di Valle Infernale. Il fuoco si avvicina pericolosamente alla Faggeta, patrimonio Unesco. Servono urgentemente mezzi aerei ed i migliori operatori da terra, la situazione è veramente difficile. Questa mattina ho scritto al presidente del Consiglio dei ministri, al prefetto di Reggio Calabria, al ministro della Transizione ecologica e al presidente della Regione per spiegare che purtroppo, oltre alle vittime, si stanno distruggendo ettari ed ettari di patrimonio boschivo e le fiamme si stanno propagando pericolosamente verso la Faggeta di Valle Infernale Patrimonio Unesco. Ho chiesto di voler inviare con la massima urgenza unità e mezzi a supporto e ove fosse possibile si chiede l’intervento dell’Esercito, al fine di fronteggiare questa emergenza catastrofica’. 

SICILIA. E’ la zona dei Monti Nebrodi, nelle campagne di Pettineo e stanno bruciando ettari di boschi e macchia mediterranea. Sul posto sono in azione Vigili del Fuoco e Protezione Civile con l’ausilio di un canadair ma anche degli allevatori locali che hanno organizzato presidi nelle zone più critiche. Roghi anche nella zona di Palermo a Roccapalumba e vicino a Poggioreale.

CAMPANIA. La situazione più critica è a Torre del Greco, nel parco Nazionale del Vesuvio, dove il fronte di fuoco si stava pericolosamente avvicinando alle abitazioni e sono ancora in corso gli interventi con un canadair e tre elicotteri, mentre alcune famiglie sono già state evacuate a scopo precauzionale. Il vicepresidente del Consiglio Regionale, Loredana Raia, ha spiegato quanto segue: ‘Sono stata contattata dal presidente dell’associazione Oasi Vesuvio, Gerardo Borriello, che per prima ha segnalato il rogo e, dopo che sul posto erano già arrivati due elicotteri regionali, abbiamo sollecitato e ottenuto l’arrivo di un terzo mezzo, un S64, a cui si è aggiunto poi un Canadair inviato dal centro operativo nazionale e in precedenza impegnato in un’altra zona d’Italia’. La situazione ora è sotto controllo, ma le fiamme non sono ancora del tutto spente.

MOLISE. Circa 500 persone sono state evacuate domenica da abitazioni, alberghi e campeggi intorno a Campomarino Lido per un grosso incendio che ha lambito l’abitato. E’ stata chiusa la Ss 16 per circa due ore mezzo e dei treni da Pescara con ripercussioni anche sulla linea ferroviaria Pescara Foggia. Oggi, lunedì, la situazione è tornata sotto controllo, ma molte zone andate in fiamme risultano irriconoscibili.

TOSCANA. Si segnalano incendi a Quarrata, in Provincia di Pistoia, dove sono andate a fuoco alcune automobili e le fiamme minacciano le abitazioni. Vigili del Fuoco e due elicotteri della Regione stanno cercando di contenere il fronte, alimentato dal vento secco e dal clima caldo.

EMILIA ROMAGNA. Il weekend è stato piuttosto critico per alcuni incendi che hanno bruciato decine di ettari di boschi a Sogliano al Rubicone (FC), con Vigili del Fuoco e Protezione Civile sul posto per arginare i righi che hanno provocato una colonna di fumo visibile fin dalla costa romagnola.

Circa Redazione

Riprova

Salute, Brusaferro: “Ci scordiamo troppo spesso della prevenzione”

“Nel futuro che vogliamo costruire insieme la prevenzione è il presupposto perché se funziona tende …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com