Elezioni Regionali 2020: Bonaccini vince in Emilia Romagna, Santelli trionfa in Calabria

I risultati del voto, ancora non definitivi: ma mancano, almeno nel caso dell’Emilia-Romagna, pochissime sezioni, hanno confermato Bonaccini in Emilia-Romagna, mentre il governo della regione Calabria passa al centrodestra, dove a vincere è stata una coalizione guidata da Jole Santelli (Forza Italia). Santelli è la prima donna governatrice di una Regione meridionale.

In Emilia-Romagna, il governatore uscente è al 51,4 per cento mentre la candidata della Lega Borgonzoni è al 43,66; Simone Benini (Movimento 5 Stelle) è al 3,46%. Il Partito democratico si conferma primo partito, con il 34,68 per cento; la Lega è seconda con il 31,95 per cento. I 5 Stelle sono fermi al 4,7 per cento: alcuni elettori pentastellati hanno votato in modo disgiunto (la lista del partito, ma Bonaccini presidente). In ogni caso, il risultato del Movimento, in una delle Regioni storicamente più importanti per i 5 Stelle, è drammatico.

Nonostante il suo grande impegno personale, Salvini, la Lega e la candidata del Centrodestra, Lucia Bergonzoni, non ottengono quindi la fiducia degli elettori. Perdono anche a Bibbiano, e fu proprio lei a presentarsi in Senato indossando una maglietta con scritto “parliamo di Bibbiano”.

Bonaccini arriva tra gli applausi: “Questa terra libera e grande ha decretato la prima, vera sconfitta di Matteo Salvini. Grazie a tutti quelli che ci hanno dato una mano in questa straordinaria campagna elettorale. L’abbiamo affrontata a modo nostro, con correttezza, senza cadere in basso. Tanta gente, donne e uomini, ci hanno messo la faccia, perché sapevamo tutti che sarebbe stata una partita decisiva, non solo per noi”.”Ringrazio tutte le persone che sono andate a votare. La partecipazione è sempre un successo. Per la prima volta nella storia un’elezione Regionale in Emilia-Romagna è stata contendibile. È stata una campagna elettorale sul territorio, a contatto con la gente. Abbiamo parlato di temi e contenuti, abbiamo denunciato ciò che non va e non smetteremo di batterci per dare risposte ai cittadini. Dispiace che Bonaccini non abbia perso occasione, anche stasera, per continuare ad attaccare sul piano personale e tentare di screditarmi. Per noi la politica è e sarà sempre un’azione costruttiva. E continueremo a lavorare e impegnarci per dare risposte ai cittadini”. Lo dichiara in una nota Lucia Borgonzoni.

“I dati che stanno emergendo confermano per fortuna una grande vitalità dell’elettorato che ha partecipato in massa. Un immenso grazie al movimento delle sardine”, ha detto Nicola Zingaretti, parlando fuori dal Nazareno. “Oggi Salvini ha perso le elezioni”, ha aggiunto

“Avere una partita aperta in Emilia Romagna per me è un’emozione, dopo settant’anni per la prima volta c’è stata una partita”, ha detto il leader della Lega in conferenza stampa a Bologna. “Parto dall’unico dato certo, che mi riempie di orgoglio, che è quello della Calabria: per la prima volta in una regione del Sud ci siamo e siamo determinanti. Sono felicissimo di essere stato più volte in Calabria, ci tornerò per mantenere gli impegni presi”.

E le Sardine,subito dopo la chiusura delle urne, hanno pubblicato un post su Fb dando appuntamento al loro prossimo congresso, previsto a metà marzo: “Ci vediamo a Scampia”.

Per il Movimento 5 stelle il reggente Vito Crimi commenta il voto con un post su Facebook: i risultati del voto in Emilia Romagna e Calabria “sono inferiori alle aspettative. Questo però non ci induce ad arrenderci: semmai il contrario” e “deluderemo” chi dice che il Movimento Cinquestelle è finito. “Ora non resta che continuare a lavorare pancia a terra con il governo che dopo queste elezioni deve proseguire il suo percorso”, sottolinea Crimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com