Elezioni in Baviera, tonfo Csu e Spd. In Parlamento Verdi e la destra di Afd

Alle elezioni bavaresi, stando alle ultime proiezioni pubblicate dall’emittente tv Ard alle 19.57, la Csu ha preso il 37,3%, l’Spd il 9,5%, i Freie Waehler l’11,6%, i Verdi il 17,8%, l’ultradestra di Afd il 10,7% e i Liberali il 5. Resta fuori dal Parlamento la sinistra della Linke.

‘Un risultato storico’, queste le parole di Katharina Schulze. Robert Habeck, leader federale del partito ha invece ammonito: ‘Gli elettori hanno dato un segnale chiaro, non si può andare avanti così’.

Il leader della Csu bavarese Horst Seehofer si è detto ‘abbattuto per il risultato’ emerso dalle urne, quando io ero qui era qualcosa di diverso  ma dall’altra parte abbiamo avuto un chiaro segnale per formare il governo. Nelle prossime tre quattro settimane dobbiamo concentrarci per formare il governo.

‘In Baviera ha vinto il cambiamento e ha perso l’Unione europea, il vecchio sistema che malgoverna da sempre a Bruxelles’, ha commentato il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini: ‘Sconfitta storica per democristiani e socialisti, mentre entrano in tanti, e per la prima volta nel Parlamento regionale, gli amici di Afd. Arrivederci Merkel, Schultz e Juncker. A maggio l’Europa cambierà volto! Vi ho sempre detto che stava per arrivare un terremoto politico anche in Europa.

Il voto in Baviera è solo un anticipo di quello che succederà,  scrive su Facebook il leader M5s Luigi Di Maio: ‘L’Italia, ora possiamo dirlo, è precursore dell’Europa che cambia. Così come abbiamo contribuito a fondarla, saremo protagonisti nel rifondarla. Sarà la fine dell’austerità e l’inizio della solidarietà. Sta per arrivare la Manovra del Popolo anche a livello europeo’.

È stata molto alta l’affluenza al voto in Baviera, con il 72,5% della partecipazione, rispetto al 63,6% del 2013. È quanto emerso dai dati divulgati da Ard.

Circa 9,5 milioni di elettori chiamati alle urne. L’Unione dei Cristiano Socali (Csu), alleata di governo della cancelliera Angela Merkel, ha mantenuto la maggioranza assoluta in questa prospera regione del Paese negli ultimi 56 anni, con la sola eccezione di cinque.

La sorpresa di queste elezioni sono stati i Verdi che hanno raggiunto il 18,3%, un risultato superiore di dieci punti rispetto agli ultimi quattro anni. Si tratta di un traguardo storico per un partito che si prepara all’ascesa nazionale. In Parlamento anche l’estrema destra dell’Afd che ha ottenuto l’11%. Il momento difficile della sinistra viene confermato anche in Germania.

 La Germania ha deciso di cambiare con la politica di Angela Merkel che inizia ad avere i primi segni di cedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com