E’ morto Charles Aznavour: la musica piange il suo chansonnier

Il cantautore francese Charles Aznavour è morto all’età di 94 anni. Monumento della canzone francese è morto nella notte nella sua casa delle Alpilles, nel sud della Francia. Ora l’intero Paese piange il suo ultimo chansonnier, la cui carriera è stata così lunga da sembrare quasi eterna o immortale. La prima volta che salì su un palco aveva solo 9 anni ed ha vissuto due secoli per l’amore della canzone. Il suo ultimo concerto l’ha tenuto pochi giorni fa, il 19 settembre scorso, a Osaka, In Giappone. Lui che avrebbe voluto cantare fino ai 100 anni aveva in programma un concerto per il 26 ottobre a Bruxelles.

Charles Aznavour, il cui vero nome è  Shahnour Vaghinagh Aznavourian, nasce a Parigi nel 1924 da immigrati di origine armena, ed inizia la carriera a teatro come attore di prosa. Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo portò in tournée in Francia e negli Stati Uniti, si mise in luce come cantautore. Ma il riconoscimento mondiale arrivò nel 1956 all’Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie: uno strepitoso successo che gli permise di entrare nella storia degli chansonnier francesi. Il fatto che Aznavour cantasse in sette lingue gli consentì di esibirsi in tutto il mondo divenendo ovunque famosissimo.

Nella sua lunghissima carriera ha duettando con star internazionali come Nana Mouskouri, Liza Minnelli, Sumiva Moreno, Compay Segundo, Céline Dion e, in Italia, con Mia Martini e Laura Pausini. In Italia per quasi tutte le versioni italiane delle sue canzoni collaborò con il paroliere Giorgio Calabrese. All’estero le sue canzoni sono state spesso reinterpretate da numerosi artisti come Elton John, Bob Dylan, Sting, Placido Domingo, Céline Dion, Julio Iglesias, Edith Piaf, Liza Minnelli, Sammy Davis Jr, Ray Charles, Elvis Costello e moltissimi altri. Il suo impegno come cantautore non impedì di battersi da sempre per la causa armena, con un’intensa attività diplomatica che gli è valsa la nomina di Ambasciatore d’Armenia in Svizzera.

Circa redazione

Riprova

Sicilia Hi-tech: la giapponese Yokogawa ha acquisito BaxEnergy, 150 mln per lo start

Il ministro Urso: «Quella annunciata oggi è una via per costruire un futuro competitivo in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com