Dramma a Messina, trovato il corpo senza vita di Viviana Parisi, si cerca il figlio. C’è un ‘buco’ di 20 minuti

Giallo a Caronia, Messina, dove una donna di 43 anni e suo figlio di 4 sono scomparsi dopo un incidente d’auto sulla A20 Messina-Palermo. Nella giornata dell’8 agosto è stato ritrovato il corpo senza vita della donna, Viviana Parisi. Il riconoscimento è avvenuto grazie alla fede al dito.

Stando alla prima ricostruzione dei fatti, la donna è rimasta coinvolta in un incidente d’auto avvenuto sulla A20 Messina-Palermo. L’incidente è avvenuto all’altezza di Caronia, Messina. Alcuni testimoni avrebbero riferito di aver visto la 43enne allontanarsi insieme con il figlio procedendo verso le campagne. L’auto della donna è stata ritrovata dalla Polizia stradale sul viadotto Pizzo Turda. La macchina era lievemente danneggiata dopo l’incidente nel quale era rimasta coinvolta.. A bordo del mezzo gli uomini della Polizia hanno rinvenuto i documenti e il cellulare della donna.

È dell’8 agosto la notizia del ritrovamento di un corpo di una donna a Caronia, nei pressi del luogo della scomparsa di Viviana Parisi e di suo figlio di 4 anni. Il corpo, irriconoscibile è sottoposto ad analisi ed esami per risalire all’identità. Grazie alla fede al dito, gli inquirenti hanno identificato il corpo della donna. Si tratta di Viviana Parisi. Dopo il ritrovamento del corpo della donna si sono intensificate le ricerche del bambino.

L’allarme del marito, le ricerche e tutti i dubbi sul giallo di Messina A lanciare l’allarme della scomparsa di Vivana e del figlio era stato il marito della donna, che ha denunciato la scomparsa della moglie del bimbo. Le autorità hanno avviato le ricerche e hanno battuto palmo a palmo la zona dell’incidente, dove sarebbe avvenuto l’ultimo avvistamento della donna e del bimbo. Le ricerche di Viviana durano fino all’8 agosto, quando gli inquirenti hanno trovato il corpo senza vita di una donna proprio nella zona di Caronia. Il corpo, irriconoscibile, è stato identificato grazie alla fede al dito. È quello di Viviana. Del piccolo Gioele non c’è traccia e si continua a cercare. Ma cosa è successo? Le domande sul caso sono molteplici. Il bambino dove si trova? Era con la madre al momento dell’incidente? Addirittura questa domanda non ha una risposta chiara, almeno ascoltando i testimoni. E le telecamere di sorveglianza della zona non aiutano. Sono tutte rotte e non aiutano a ricostruire gli ultimi spostamenti di Viviana, uscita di casa insieme con suo figlio per andare a Milazzo, o almeno così avrebbe detto al marito. E invece a Milazzo non si è fermata. E qui il mistero si infittisce.

“Gli scontrini del pedaggio ci dicono che ci sono venti minuti di buco tra il momento in cui è uscita e il momento in cui è rientrata. Dal suo paese, Venetico, ha raggiunto Milazzo. Qui, anziché fermarsi come aveva detto al marito, ha imboccato l’autostrada in direzione Palermo ed è uscita allo svincolo di Sant’Agata, senza pagare il pedaggio. A Sant’Agata non sappiamo cosa abbia fatto per venti minuti, poi si è rimessa in marcia fino al punto in cui è accaduto l’incidente in autostrada”, ha dichiarato il coordinatore delle indagini come riportato da Sky TG 24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com