Doppio Giorgione nel labirinto del cuore

Caposaldo della pittura della prima Rinascenza, archetipo di una nuova idea di ritratto dalla grande fortuna nel XVI secolo, il dipinto i ‘Due amici’ di Giorgione è al centro della mostra allestita dal 24/6 al 17/9 a Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo (biglietto unico). Al capolavoro di uno dei maestri veneti sono affiancate circa 100 opere tra tele, tavole, libri a stampa e manoscritti, bronzi, marmi provenienti dai maggiori musei internazionali. Il quadro di Giorgione, dai primi del ‘600 custodito nelle collezioni di Palazzo Venezia, ‘ha cambiato il modo di parlare dei sentimenti’, ha detto il direttore del Polo museale del Lazio Edith Gabrielli. Grazie a un investimento di circa un milione di euro, le opere selezionate dal curatore Enrico Maria Dal Pozzolo sono in grado di restituire a chi guarda le suggestioni di un’epoca, in cui il porsi domande sull’amore e sui sentimenti diventava momento centrale nella vita quotidiana delle classi più agiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com