Dopo 77 anni di matrimonio, chiede il divorzio. La moglie lo tradiva

Sembrava davvero un idillio d’amore quello tra Antonio e Rosa, sposati da ben 77 anni. Ma non è bastata una vita passata insieme ad evitare la separazione. Galeotta è stata infatti una lettera  ‘ingiallita’ di sessant’anni fa. Cosi’, Antonio C., classe 1912 originario di Olbia, e Rosa T., classe 1915 napoletana, hanno deciso di divorziare.  Il motivo nella lettera scritta da Rosa al suo amante la bellezza di sessant’anni fa e casualmente finita nelle mani di Antonio. La notizia, riferita dagli avvocati Giacinto Canzona e Anna Orecchioni, sembra voler riportare all’ordine del giorno l’antico valore dell’amore ‘puro’, quello senza zone grigie e senza compromessi (ne’ tantomeno tradimenti), sentimento pressoché  smarrito nell’era dell’amore ‘libero’ e degli incontri on line. Antonio e Rosa si conoscono negli anni Trenta quando lui, giovane e aitante carabiniere,è inviato a Napoli negli anni difficili tra le due guerre. Il fatidico sì viene pronunciato nel capoluogo partenopeo nel 1934, e gli anni che seguono sono allietati dalla nascita di cinque figli e numerosi nipotini. Poi un giorno l’incantesimo si spezza: Antonio, mentre riordina i cassetti di un vecchio como’, trova ben nascoste alcune lettere che la moglie aveva scritto negli anni Quaranta al suo amante. La donna, davanti alla scenata di gelosia del marito, confessa tutto, ritenendo il ‘peccato’ ‘prescritto’ dopo oltre mezzo secolo di convivenza. Ma Antonio, che non ha perso il carattere impulsivo e geloso, non perdona il tradimento: nel 2002 si allontana dalla casa coniugale e trascorre qualche settimana dal figlio maggiore. Poi rientra a casa, ma le cose non vanno piu’ come prima e la coppia inizia a litigare per ogni cosa, fino a quando, due settimane fa, i due anziani coniugi decidono di rivolgersi al Tribunale di Roma, con ricorso per separazione legale a firma degli avvocati Anna Orecchioni, Marco Angelozzi e Giacinto Canzona, per porre fine alle loro nozze. Al giudice civile ora l’arduo compito di riconciliarli e far ritrovare loro il senso di un’intera vita trascorsa assieme. Nel bene e nel male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com