Donazione degli organi, una scelta in comune

TRENTO. Esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi o di tessuti in caso di morte al momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità. Una possibilità che a breve sarà disponibile presso gli uffici anagrafe di tutti i Comuni trentini. E questo grazie alla campagna, presentata oggi alla stampa, promossa da Provincia autonoma di Trento, Azienda provinciale per i Servizi sanitari, Consorzio dei Comuni trentini, in collaborazione del Centro nazionale trapianti, sulla base anche di quanto previsto dalla normativa vigente. Indicare la propria scelta in materia di donazione degli organi è facile: al momento del rinnovo o del rilascio della carta d’identità, l’ufficiale d’anagrafe proporrà la possibilità di dichiarare la propria volontà. La decisione sarà trasmessa in tempo reale al Sit, Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della salute, consultabile 24 ore su 24 dai Coordinamenti Trapianti, che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni.  I primi Comuni che consentiranno di esprimere la propria volontà sulla donazione attraverso gli uffici anagrafe saranno: Borgo Valsugana, Bresimo, Cis, Cles, Fondo, Lavis, Mezzocorona, Rovereto, Pergine Valsugana, San Lorenzo-Dorsino, Villa Lagarina; Arco ha già avviato il servizio in febbraio, tutti i Comuni dovranno comunque essere operativi entro il 2017. L’elenco aggiornato è pubblicato su: www.trentinosalute.net 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com