Disoccupazione ai minimi dal 2011

Nel mese di agosto il tasso di disoccupazione è sceso al 9,5%, il miglior risultato dal 2011. Su base mensile, il dato ha fatto registrare un calo di quasi mezzo punto percentuale.

Le buone notizie riguardano innanzitutto i giovani. La disoccupazione giovanile scende al 27,1%, quasi un punto in mezzo in meno su base mensile. Per rintracciare un dato così positivo bisogna tornare al mese di agosto del 2010. Sono in calo anche le persone in cerca di occupazione, mentre aumentano gli inattivi, ossia le persone che non hanno e non cercano un lavoro. Fonte foto:

 I dati dell’Istat regalano all’Italia un posto al sole in tutta la zona Euro, dove la situazione ha fatto registrare, nel complesso, un moderato miglioramento.

 Il governo dovrà tenere conti anche di questi numeri in occasione del Consiglio dei Ministri nel quale sarà discussa e approvata la NaDef, la Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza. Al momento le forze di maggioranza sono lontanissime da un accordo ma il pomo della discordia è rappresentato soprattutto dal valore dell’Iva. Il titolare del Mef Roberto Gualtieri spinge per una modifica mirata che è stata bocciata dal Movimento 5 Stelle e dai renziani. Dovrebbe rimanere invariato invece il testo del Reddito di Cittadinanza, che deve confermarsi nella fase successiva, ossia quella della ricerca e l’ottenimento di un posto di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com