Discorso Abu Mazen all’Onu, Israele mobilita 22mila poliziotti

In Israele aumenta lo stato di allerta in attesa del discorso di Abu Mazen alle Nazioni Unite. C’è il timore che la richiesta di riconoscimento dello stato palestinese all’Onu possa provocare delle reazioni che sfocino nella violenza. Il governo israeliano ha dato l’ordine di dispiegare circa 22mila poliziotti sul territorio israeliano “per mantenere l’ordine”, in occasione del discorso del presidente palestinese Abu Mazen alle Nazioni Unite previsto in serata. “Abbiamo dispiegato 22mila poliziotti fino a sabato sera almeno, con il compito di mantenere l’ordine su tutto il territorio israeliano”, ha affermato il portavoce della polizia. Abu Mazen deve consegnare oggi la richiesta di adesione all’Onu di uno stato della Palestina al segretario generale Ban Ki-moon, prima di rivolgersi all’Assemblea generale. Consegnerà la richiesta alle 17.35 ora italiana e pronuncerà il suo discorso circa un’ora più tardi, secondo l’ambasciatore palestinese all’Onu Riad Mansour. Israele si oppone a questa domanda, come gli Stati Uniti. Manifestazioni palestinesi sono previste in occasione del discorso. “La polizia israeliana ha alzato il suo stato di allerta, che ora è un grado sotto il livello di allarme massimo”, ha aggiunto il portavoce. I poliziotti saranno dispiegati lungo la “linea verde”, che separa Israele dalla Cisgiordania, vicino alle località arabe israeliane così come a Gerusalemme Est annessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com