Diminuiscono debito pubblico e inflazione

ROMA. Ci sono delle buone notizie per quanto riguarda i conti pubblici. Ad agosto 2015, il debito pubblico italiano è sceso di 15,5 miliardi di euro rispetto al mese precedente, a quota 2.184,7 miliardi di euro. Lo rende noto Bankitalia, precisando che nei primi otto mesi dell’anno, il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 48,8 miliardi di euro. Nei primi otto mesi del 2015, le entrate tributarie sono state complessivamente pari a 258,7 miliardi in aumento dello 0,8 per cento, rispetto a quelle relative allo stesso periodo dell’anno precedente (256,6 miliardi). Intanto l’inflazione a settembre ha fatto registrare una “frenata” rispetto alle previsioni in modo particolare i prezzi sono scesi dello 0,4% su base mensile, e sono aumentati dello 0,2% su base annua, in misura inferiore alla stima preliminare che era del +0,3%. A renderlo noto è stato l’Istat, il quale ha anche specificato che la diminuzione su base mensile dell’indice generale è da ascrivere principalmente al ribasso dei prezzi relativi ai trasporti ( -4% ) parzialmente compensato dall’aumento dei prezzi degli alimenti non lavorati ( +1,7% ). I prezzi dei prodotti, che vengono acquistati con maggiore frequenza ovvero il cosiddetto “ carrello della spesa”, rispetto al mese precedente non hanno subito variazioni, registrando una flessione stabile -0,3% su base annua. A tal proposito, si segnala il boom dei prezzi dei vegetali freschi e dell’olio di oliva, mentre frena la crescita dei prezzi della frutta fresca, i quali diminuiscono dello 0,9% su base mensile, facendo registrare un’accelerazione della crescita tendenziale ( +5%, da 4,4% del mese precedente). Il dato dell’inflazione preoccupa i consumatori secondo cui la frenata dimostra come la ripresa sia ancora lontana, mentre Confesercenti auspica che “ la tendenza al ribasso del prezzo dei beni energetici produca un effetto sui bilanci delle famiglie, liberando risorse da destinare ai consumi”.

Fabio D’Amora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com