Dia confisca immobili per 3 mln a pregiudicato

La Direzione Investigativa Antimafia, unitamente ai Reparti dell’Arma dei Carabinieri di Pavia ed Asti, hanno notificato un provvedimento di confisca di immobili per 3 milioni di euro, appartenenti a un nomade residente ad Asti che avrebbe cosi’ reinvestito i proventi di rapine in villa. Il provvedimento e’ stato emesso dal Tribunale di Torino e riguarda numerosi immobili siti nelle provincie di Asti, Alessandria, Pavia e Savona. La confisca consegue al sequestro dei medesimi beni operato nel mese di luglio 2020 a seguito di una proposta di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale inoltrata dal Direttore della Dia e all’esito di complessi accertamenti economico-patrimoniali.

Il Tribunale di Torino, afferma una nota, ha quindi disposto la confisca degli immobili ritenendoli reinvestimento dei proventi di vari crimini commessi in un arco pluridecennale tra cui numerose rapine in villa nelle provincie di Pavia, Piacenza, Brescia e Bergamo. Tali rapine, gia’ oggetto d’indagine nell’anno 2015, erano state commesse mediante l’impiego di falsi segni distintivi (tesserini, placche e lampeggianti) e presentandosi quali appartenenti alla stessa Arma dei Carabinieri, ingannando le vittime che, in buona fede, concedevano cosi’ libero accesso alle proprie abitazioni. In tal modo, l’associazione criminale e’ riuscita ad impossessarsi, oltre che di denaro contante, di gioielli, orologi di pregio, autovetture, armi e beni di consumo elettronici di rilevante valore.

Circa redazione

Riprova

Morto durante stage: paese chiuso nel riserbo e nel dolore

Si è chiusa nel dolore la piccola comunità di Castions di Strada (Udine), il comune …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com