Di Pietro e il no a Monti. On line dilaga la protesta dei militanti Idv

Antonio Di Pietro dice di non voler appoggiare un governo tecnico di larghe intese presieduto da Mario Monti ma i militanti dell’Idv, in disaccordo con il segretario del partito, online scatenano la loro protesta. Per i fan dell’Italia dei Valori questo non è il momento di fare polemiche e lo scrivono a chiare lettere ad Antonio. “E’ meglio che ora vada un governo tecnico. Se lei appoggerà questa tesi bene, altrimenti non la potrò più votare”. E’ solo uno dei tanti commenti dei sostenitori dell’ex Pm. Il blog di Tonino nazionale è stato letteralmente sommerso di critiche. Il pensiero dei sostenitori dell’idv è ben sintetizzato da Rosita. “Ora non è più il momento di fare ostruzionismo è tempo di collaborare. L’Italia è agli sgoccioli e noi cittadini ne abbiamo abbastanza di queste lotte parlamentari inutili”. E la militante conclude “Di Pietro l’ho sempre sostenuta ma ora mi sembra come Bossi e se continua così il mio voto è certamente perso”. Sulla pagina Facebook del segretario dell’Idv sono centinaia e centinaia gli interventi che criticano al scelta di Di Pietro. “L’Italia non ha tempo!” scrive, ad esempio, Luca, anche perché come puntualizzano numerosi post non si può “andare al voto con la legge porcata”. In segno di protesta c’è anche chi invita i ‘naviganti’ a cliccare il tasto ‘unlike’, non mi piace, sul sito di Di Pietro “come segno di protesta continua a non voler dare la fiducia al governo tecnico”. Una scelta criticatissima, giudicata addirittura ”vergognosa” come scrive ad esempio Rosanna: ”carissimo Di Pietro la tua scelta non solo è irresponsabile ma anche vergognosa.. che fai ti ritrovi a fare opposizione con la Lega?.. sperando come loro di guadagnare voti con questa scelta?”. Alcuni ricordano al segretario dell’Idv che “Scilipoti l’hai portato tu in Parlamento, allora dimostra di non pensare solo al tuo orticello elettorale e partecipa con Idv alla risoluzione di alcuni punti”. Di Pietro, è l’appello di Emma, “porca miseria ora non fare casini, non c’è n’è bisogno…”. E chiosa, infine, Antonello “insomma, è ora di lasciarti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com