Di Maio: “Nessun piano B per uscita dall’euro”

Il governo non sta pensando ad un Piano B per uscire dall’Euro. Quel cigno nero evocato dal ministro degli Affari Europei, Paolo Savona, non sarà favorito da Roma. “Oggi le posso dire – ha detto il vicepremier Luigi Di Maio durante la trasmissione Omnibus su La7 – che non ci sto pensando e il governo non sta lavorando a questo. Non possiamo immaginarlo nemmeno per un attimo”. “Il governo – ha aggiunto – non vuole uscire dall’euro. Se poi gli altri cercheranno di cacciarci non lo so, ma questo non è nostra volontà, ne metteremo gli altri nelle condizioni di farlo”.

Con il collega di governo si dice d’accordo sul ruolo della Bce. “Se siamo nell’Unione Monetaria – precisa il vicepremier – la Bce deve fare realmente come una banca europea, cambiando lo statuto in modo da atteggiarsi veramente da banca centrale”.

Durante la trasmissione il vice premier risponde al presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, sui timori di una deriva argentina. “Non siamo ai mondiali ma almeno tifiamo Italia. Stiamo sempre a dire…dando l’impressione che vogliamo uscire dall’Europa. Chiedo di tifare Italia tutti insieme e di ottenere risultati per l’Italia anche per ridurre il debito. E si rispetti una ricetta che è quella degli investimenti e non dell’austerity”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com