Def passa alla Camera, servono 9 miliardi da lotta a evasione. Lega protesta al grido di ‘Elezioni Elezioni’

Sì dell’Aula della Camera alla risoluzione di maggioranza che consente il rinvio del pareggio di bilancio. I voti a favore sono stati 319, 193 i contrari, 3 gli astenuti.

Per questo voto era richiesta una maggioranza qualificata pari alla maggioranza assoluta.

I deputati della Lega avevano urlato in coro “elezioni, elezioni” durante l’intervento sulla Nota di aggiornamento al Def di Marialuisa Faro del M5S, che non era riuscita a concludere. Il chiasso è stato tale che il vicepresidente Ettore Rosato ha deciso di sospendere la seduta. Ma nonostante la sospensione, i deputati leghisti hanno continuato a urlare in coro “Mai col Pd!” e “Venduti!”, rivolti ai colleghi del M5S. La sospensione è durata un paio di minuti. Alla ripresa il vicepresidente Rosato ha chiesto al capogruppo della Lega Riccardo Molinari di mantenere l’ordine nel suo gruppo.

L’asticella è stata superata di soli 3 voti, a causa delle assenze nei partiti di maggioranza: sono mancati 14 deputati del M5s, 5 gli assenti nel Pd, “giustificati” spiegano dal gruppo, e assenti anche altri due deputati, uno di Leu e uno di Italia viva.

E’ un voto che preoccupa i partiti di maggioranza, in particolare Pd e Italia Viva, che puntano il dito sul numero dei parlamentari del M5S che hanno “disertato” il voto. “Se tutti avessero fatto come loro adesso ci sarebbe stata la crisi di governo”, si lamentano i deputati dei Dem e di Italia Viva.

Il testo è stato approvato dalle due Aule con buona soddisfazione della maggioranza di governo, che dovrà ora procedere con la difficile messa a punto della manovra economica.

 Le coperture non consentono operazione particolarmente espansive, e lo scopo della maggioranza è quello di dare un giro di vite alla grande evasione fiscale.

 Nel 2019 l’Agenzia delle Entrare-Riscossione dovrà recuperare nove miliardi circa. Una cifra che a molti sembra proibitiva ma che il governo sembra certo di poter recuperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com