Decreto Ristori quater, verso rinvio rottamazione e saldo e stralcio

Un rinvio delle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio  a primavera: sarebbe questo l’orientamento del governo per evitare che dal 10 dicembre chi ha debiti con il fisco venga chiamato di nuovo a pagare, dopo la sospensione decisa nella prima fase dell’epidemia Covid. La misura dovrebbe rientrare nel decreto Ristori quater, anche se ancora il testo del provvedimento non è stato chiuso.

Pace fiscale, rinvio delle rate in scadenza a dicembre

A confermarlo il post su Facebook del viceministro all’Economia Laura Castelli, che spiega: “Alleggerire il fisco, soprattutto in questo momento, è fondamentale per favorire la ripresa. Due i fronti su cui stiamo già agendo: il primo per ridimensionare la crisi e le difficoltà che hanno imprese e autonomi. Lavoriamo per far ripartire le rateizzazioni decadute, prevedendo le sospensioni della rottamazione “ter”, un saldo e stralcio e impostando una rottamazione “quater”. Questo sarà accompagnato da una riforma della riscossione che stralci le vecchie cartelle che non sono più riscuotibili”.

La rottamazione, ricordiamo, prevede il risanamento delle pendenze fiscali pagando interamente l’imposta dovuta, ma senza interessi e sanzioni. Il saldo e stralcio, invece, comprende anche uno sconto sull’imposta, limitato a contribuenti con redditi medio bassi.

Proroga scadenze fiscali

L’esecutivo avrebbe anche ipotizzato lo stop fino al 30 aprile 2021 alle tasse per chi abbia subito perdite di fatturato a causa del Covid.
La misura dovrebbe arrivare con il decreto Ristori quater. Il nuovo decreto confermerà per dicembre le sospensioni già disposte per il mese di novembre per le zone rosse e introdurrà una nuova moratoria fiscale che si assesterà su 8 miliardi, legata alla crisi Covid: dovrebbe infatti andare al prossimo 30 aprile 2021 lo slittamento delle scadenze fiscali.

I rinvii fiscali riguarderanno una proroga degli acconti fiscali in scadenza il 30 novembre (Irpef, Ires E Irap), dei versamenti del 16 dicembre (IVA, ritenute, addizionali), e dell’acconto IVA annuale del 27 dicembre.

Circa Redazione

Riprova

Moretta (Commercialisti): “Nuovi modelli organizzativi per prevenire infiltrazioni”

Visone (DDA Napoli): “Società sportive abbiano figure di riferimento contro reati fiscali  “L’applicazione della legge …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com