De Luca e Campania: ‘Stop a feste da Natale a Capodanno’

Stretta sulle feste e sul consumo di cibo o bevande nelle aree pubbliche in Campania per evitare l’impennata di casi da Covid da Natale a Capodanno. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, come annunciato, ha firmato l’ordinanza che sarà pubblicata in giornata, con la quale si vieta lo svolgimento di feste in luoghi pubblici e viene limitata la vendita e il consumo di cibo o bevande nelle aree pubbliche. E’ la prima regione italiana ad adottare misure così rigide per fermare la movida natalizia. L’ordinanza prevede, nel periodo compreso tra il 23 dicembre 2021 e il 1° gennaio 2022, “per l’intero arco della giornata” il “divieto di consumo di cibo e bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali. Resta consentito il consumo ai tavoli all’aperto, nel rispetto del distanziamento previsto”.

Sempre tra il 23 dicembre e il 1° gennaio, compresa quindi la notte di Capodanno, “nei luoghi pubblici all’aperto è fatto divieto di svolgimento di eventi, feste o altre manifestazioni che possano dar luogo a fenomeni di assembramento o affollamento”. Per l’intero periodo viene confermato l’obbligo di indossare mascherine anche all’aperto “in ogni luogo non isolato, ad esempio centri urbani, piazze, lungomari nelle ore e situazioni di affollamento, code, file, mercati, fiere, contesti di trasporto pubblico all’aperto”.

L’ordinanza stabilisce inoltre che “nei giorni 23, 24, 25 e 31 dicembre e 1° gennaio 2022, dalle ore 11 e fino alle ore 5 del giorno successivo, ai bar e agli altri esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua”. Si fa poi “raccomandazione ai Comuni ai fini dell’adozione, laddove necessario, di provvedimenti di chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale ai sensi delle disposizioni vigenti” ed è fatta raccomandazione “ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto delle disposizioni vigenti, in particolare nelle zone della cosiddetta ‘movida’”.

Circa Redazione

Riprova

Sicilia, Regione. Tagli da centinaia di euro per futuri pensionati. Vitrano “Provvedimento folle del Fondo, da ritirare subito”

“In assenza di un Governo operativo al 100% e a pochi giorni dalle elezioni, una …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com