Damiano nuovo direttore scientifico di Lablaw

Cesare Damiano da giugno 2022 è il Direttore Scientifico di LabLaw Academy. Damiano, già Ministro del lavoro e Presidente della Commissione lavoro della Camera dei Deputati, è stato deputato nelle fila del Pd dal 2006 al 2018 ed ha ricoperto nella sua prestigiosa carriera anche la carica di Presidente di Cometa, il fondo di previdenza complementare dei lavoratori metalmeccanici. Attualmente è Consigliere di Amministrazione dell’Inail e Presidente dell’associazione Lavoro & Welfare.

LABLAW ACADEMY

L’Academy, grazie alla direzione di Cesare Damiano, potenzierà le attività di elaborazione editoriale, di studio, approfondimento e formazione sulle tematiche del lavoro più in generale. Saranno previsti periodici paper e focus tematici sulle principali questioni di attualità unitamente anche ad una funzione di proposta e stimolo sulle esigenze di riforma di alcuni capitoli strategici del mercato del lavoro, delle relazioni industriali e del diritto del lavoro.

“Ho apprezzato molto l’iniziativa di LabLaw di costituire un luogo di studio e approfondimento e ringrazio il Prof. Francesco Rotondi di aver voluto affidare a me la direzione dell’Academy. I temi legati alle politiche dell’occupazione e alle relazioni Industriali sono in continua evoluzione e in particolar modo in questa fase storica subiscono le conseguenze della crisi pandemica e della guerra di invasione della Russia nei confronti dell’Ucraina. È pertanto indispensabile un’attività costante di elaborazione ed approfondimento che ci impegniamo a portare avanti, partendo dai temi in primo piano come quello del salario minimo e della contrattazione”, dichiara l’On. Cesare Damiano, direttore scientifico LabLaw Academy.

“È con grande soddisfazione e orgoglio che annunciamo la collaborazione con una personalità del calibro di Cesare Damiano, che guiderà e ispirerà le attività di elaborazione di LabLaw Academy – spiega l’Avv. Prof. Francesco Rotondi, Managing Partner LabLaw -. La sua elevata competenza ed esperienza sui temi del lavoro, del welfare e della previdenza, vissuta spesso da protagonista in questi anni, ci permetterà di garantire un’attività di studio e proposta di grande impatto sul piano culturale e di contributo e stimolo al dibattitto pubblico sui principali trend in atto in relazione alle esigenze di riforma del mercato del lavoro, nell’ambito di un comune terreno d’iniziativa. LabLaw metterà a disposizione, a sua volta, le tante professionalità interne che ogni giorno si misurano con la complessità del mondo del lavoro nelle sue molteplici e differenti diramazioni”.

Circa Redazione

Riprova

Pensioni, partiti a lavoro per non tornare alla Fornero: cosa cambierà

Il 31 dicembre gli italiani saluteranno Quota 102, il regime transitorio che consente di andare …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com