Dall’Osso (M5s) malato di Sla passa a Fi: ‘Deve pagare la penale’

Il deputato M5s Matteo Dall’Osso, malato di Sla, passa a Forza Italia. L’annuncio arriva in una intervista al Giornale. “Prima mi hanno usato – dice l’ormai ex pentastellato – poi mi hanno preso in giro, non posso più restare con i 5 stelle. Lascio il gruppo e aderisco a Fi“. “Io ci ho creduto, davvero”, afferma il deputato malato di Sla spiegando che la sua decisione è diventata inevitabile dopo la bocciatura dei suoi emendamenti a tutela dei disabili. E ieri Dall`Osso ha incontrato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi. “Mi sono sentito solo – spiega – in parte tradito, umiliato. E mi sono sentito disabile. Mi hanno trattato male. Gli amici mi hanno sostenuto ma gli onorevoli hanno pensato solo alla politica e non al bene comune”. La prima reazione da parte del M5s è il solito trattamento per chi cambia: anche Matteo Dall’Osso dovrà pagare la penale di 100mila euro al movimento.

In commissione Bilancio, Dall’Osso racconta: “Mi era stato chiesto di ritirare i miei emendamenti a tutela dei disabili per parere contrario insieme ad altri già respinti. Uno di questi è stato oggetto di contrattazione. Ho chiesto al gruppo M5s di firmare il mio emendamento, nulla di più, ma dai banchi del governo è stata data indicazione negativa così ho deciso di proseguire grazie alla sottoscrizione di tutte le opposizioni. Poi a seguito del mio intervento e di un accorato appello l`emendamento è stato accantonato con parere favorevole. Ero in parte soddisfatto e felice per il risultato ottenuto proprio nella Giornata Internazionale della Disabilità. Ma nella seduta di martedì 4 quell`emendamento è stato bocciato. L`ho appreso dal verbale della seduta. Sono avvilito ma vado avanti lo stesso per i disabili”.

L’emendamento è stato respinto “per le solite motivazioni: mancanza di coperture economiche. Ma parliamo di 10 milioni di euro per tre anni considerato che Roma da sola soffre una mancanza di 2 milioni solo per quest`anno a causa di permessi per falsi invalidi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com