Dalla. Bologna lo ricorda così: tappeto di fiori e biglietti sotto casa

L’abitazione del cantautore Lucio dalla, scomparso ieri mattina in Svizzera, stroncato da un infarto è diventata un tappeto di fiori e biglietti di ricordo. Per tutta la mattina è stato incessante il pellegrinaggio dei bolognesi per rendere omaggio a uno dei concittadini più amati. Qualcuno ha lasciato anche due sciarpe del Bologna e della Virtus Pallacanestro, le due grandi passioni sportive di Dalla. Nei bar vicino alla casa si ascolta solo la sua musica e nei negozi, come in strada, non si parla d’altro. Nei tanti biglietti di ricordo fioccano le citazioni delle canzoni più famose, da ‘L’anno che verrà’ a ‘Piazza Grande’. Ci sono anche tre lumini e un’immagine sacra: ”Caro amico di tutti, la tua voce ci accompagna ancora!!!”. Ma l’omaggio più intimo è nascosto sotto altri biglietti sotto il balcone di casa Dalla, in piazza dei Celestini: “Dal Grondaia 1966 al Ca.Ba.Ma.Da.Pi. ‘Ciao Lucio dove vai’”, firmato “il tuo primo pianista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com