Dal Comune di Milano 9mila euro per pagare l’affitto

Nuova iniziativa del comune di Milano che ha introdotto un contributo per aiutare i nuclei famigliari del territorio a pagare l’affitto. Coloro che rispetteranno i requisiti richiesti, tra cui avere almeno un componente under 35 e aver avuto o adottato un figlio nel corso del 2023, potranno avere un contributo di 3000 euro all’anno per tre anni.

Si chiama “Sostegno Affitto Genitori 2023” ed è il nuovo provvedimento approvato dal Comune di Milano che mira a dare supporto ai nuclei familiari della città che hanno negli ultimi mesi avuto o adottato un figlio.

Le risorse messe in campo dal Comune lombardo sono pari a 3.316.000 euro e serviranno ad aiutare le famiglie della città pagando parte del canone di locazione. Si legge in un comunicato condiviso nel sito del comune: “La misura prevede l’erogazione diretta, al proprietario dell’alloggio in locazione, di un contributo economico massimo complessivo di 9mila euro, suddiviso in tre annualità (3mila euro all’anno), a parziale copertura dei canoni di locazione per chi ha un Isee uguale o inferiore a 30mila euro.”

L’iniziativa, quindi, prevede un contributo economico annuale pari a tre mila euro l’anno che verrà erogato per un totale di tre anni. Ovvero, saranno concessi a sostegno 250 € al mese. Tra i requisiti base per accedervi è necessario avere avuto o adattato un figlio nell’anno in corso, dato che il progetto è volto ad aiutare le famiglie che hanno da poco allargato il nucleo. Non esiste un termine per la presentazione delle domande poiché  i finanziamenti saranno dati in base all’ordine cronologico di ricezione delle richieste, fino ad esaurimento delle risorse. La richiesta di contributo può essere presentata a Milano Abitare che è l’Agenzia per l’affitto accessibile del Comune di Milano.

In questi giorni la città di Milano ma anche molte altre cittadine italiane sono state al centro delle polemiche sul caro affitti. Milano che è stata una tra i primi territori a vedere giovani studenti protestare contro i costi di locazione è già da tempo destinataria di critiche per il caro vita che caratterizza da anni la città.

In questi giorni, però, il Comune ha introdotto un provvedimento sugli affitti, che era allo studio già da tempo, a sostegno delle famiglie. Sono in particolare i nuclei famigliari che hanno da poco avuto un figlio a poter richiedere il contributo.

Nella nota condivisa nel sito del Comune meneghino si possono leggere le parole di soddisfazione pronunciate da Pierfrancesco Maran, assessore alla Casa: “Grazie a questa misura potremo offrire un aiuto concreto per tanti nuclei familiari che vivono a Milano in affitto. Si tratta del più alto contributo alla natalità presente al momento in Italia. È un modo per supportare queste famiglie nelle spese e nella programmazione dei primi anni di vita dei bambini”.

Tra le richieste necessarie per accedere al contributo a “Sostegno Affitto Genitori 2023” del Comune di Milano oltre ad avuto o adattato un figlio minore a partire dal 01/01/2023 e avere un Isee del nucleo uguale o inferiore a 30mila euro ci sono anche altri requisiti. Ci sono, però, anche altri vincoli come: la presenza nel nucleo familiare di almeno un componente under 35 anni, non essere in possesso di un alloggio adeguato nel territorio della Regione Lombardia e non avere rapporti di parentela fino al terzo grado con il proprietario dell’alloggio.

Circa Redazione

Riprova

Il galateo dei resort naturisti: 9 regole fondamentali

I resort naturisti offrono un’occasione unica di libertà e contatto con la natura, ma richiedono …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com