Crollo Geneva, audio di Casalino: “Mi è saltato ferragosto”. Poi le scuse

Prima le frasi contro i tecnici del Mef ora nelle imprecazioni del portavoce del presidente del consiglio c’è il crollo del ponte Morandi a Genova. Rocco Casalino che dovrebbe occuparsi della comunicazione e dell’immagine istituzionale del premier Conte inciampa, nuovamente, con  i suoi colleghi giornalisti. L’ex Gf subito dopo la tragedia che colpì Genova e l’Italia infastidito dalle chiamate dei giornalisti, avrebbe detto: “Basta, non mi stressate, mi è saltato pure Ferragosto”, parole ‘imbarazzanti’ che da uomo, almeno momentaneamente, delle istituzioni non possono essere bollate come semplice sfogo ‘umano’ nel parlare di una tragedia come quella che ha investito Genova. L’audio, come riporta il quotidiano ‘Il Giornale’, è stato girato a una decina di cronisti dallo stesso portavoce di Conte. Il messaggio risale al 17 agosto ovvero tre giorni dopo il drammatico crollo del ponte Morandi. I giornalisti chiamavano Casalino per avere informazioni sulle mosse del Governo dopo la tragedia.

A un certo punto il portavoce si innervosisce e incide un messaggio vocale che invia ad alcuni cronisti. “Basta, non mi stressate la vita. Io pure ho diritto a farmi magari un paio di giorni, che già mi è saltato Ferragosto, Santo Stefano, San Rocco e Santo Cristo. Mi chiamate come i pazzi, cioè, datevi una calmata”. E poi c’è il regolamento che i cronisti devono seguire nel contattarlo. “Chiamate una volta – dice Casalino – poi se mai mi mandate un messaggio e se ho qualcosa da dirvi ve la dico”. Il portavoce del Presidente del Consiglio, questa volta, deve essersi reso conto di aver utilizzato delle parole poco felici e trova la forza per chiedere scusa alla città di Genova. “Sento di dover chiedere scusa per l’effetto prodotto da un mio audio privato finito sui giornali. Nelle mie parole – , ha detto Casalino- non c’è mai stata la volontà di offendere le vittime di Genova. Offende, invece, l’uso strumentale che alcuni giornali stanno facendo di questa tragedia”.

Scuse che non bastano alle opposizioni. Matteo Renzi chiede le dimissioni del porta voce del presidente del consiglio, Giuseppe Conte. “Crolla il Ponte di Genova e il portavoce del Governo pensa al ponte di Ferragosto? Ma dove siamo finiti con questo Casalino? Gli è saltato Ferragosto, poverino #RoccoVergogna”, ha twittato l’ex premier.” “Di fronte ai morti di Genova ecco la vera preoccupazione del portavoce del premier Giuseppe Conte: “Mi salta il Ferragosto”. A casa subito!” ha twittato l’ex ministra del Pd Valeria Fedeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com