Crocetta: manda via i forestali accusati di mafia

È scattata una ‘bonifica di mafia’, il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha preteso che entro 48 ore gli uffici devono predisporre i provvedimenti contro coloro accusati di reati gravi e con l’aggravante del 416 bis, in merito agli addetti alla forestale.

“Annuncio che abbiamo comunicato agli uffici provinciali Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo, Agrigento, Messina, Siracusa e Trapani un primo provvedimento che prevede l’esclusione dagli elenchi delle persone avviabili al lavoro di 42 soggetti per reati gravi e di altri 24 con l’aggravante del 416 bis. Si tratta di un primo stralcio di 66 dipendenti”. Lo ha Crocetta, in conferenza stampa a Palermo, illustrando i provvedimenti adottati dalla Regione dopo un monitoraggio condotto dall’amministrazione e realizzato incrociando i carichi pendenti e i casellari giudiziari dei 25 mila addetti alla forestale.

Crocetta, ha aggiunto che “ci sono anche alcuni nomi eclatanti, alcuni si chiamano, Brusca, Campanella, Bagarella. Manca Siracusa perché stiamo analizzando alcuni casi”. Si tratta per Crocetta di “un provvedimento esemplare che comincia a tracciare un solco tra le logiche della Pubblica amministrazione e interessi privati – ha proseguito – Come può far parte di questi elenchi chi è interdetto dai pubblici uffici?”.

Circa Emilia Napolitano

Riprova

Bimbo di 4 anni caduto dal balcone a Napoli: fermato il domestico per omicidio

Il piccolo Samuele precipitato ieri giù dal balcone della sua abitazione in via Foria nel …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com