Crisi Iran, Cina chiede moderazione e osserva interessata

La Cina guarda con interesse quanto accade attorno alla crisi iraniana. Al di là degli inviti a tutte le parti alla prudenza, Pechino ha fatto capire nelle ultime ore all’Iran che il suo impegno allo sviluppo di una partnership strutturata non verrà a mancare. “Comunque sia cambiata la situazione regionale e globale, la determinazione della Cina a sviluppare una partnership strategica con l’Iran non cambierà”, ha sostenuto l’ambasciatore a Teheran Chang Hua, in un incontro con il ministro dell’Agricoltura iraniano Abbas Kesharvaz a Teheran.

Cina e Iran hanno sviluppato una certa consonanza su temi internazionali, dettata principalmente sulla concorrenza strategica cinese e l’inimicizia iraniana rispetto agli Stati uniti. L’azione dei droni Usa che hanno eliminato l’influente generale iraniano Qasem Soleimani e la conseguenze rappresaglia iraniana di questa notte, con lanci di missili su due basi Usa in Iraq, ha portato alle stelle la tensione nella regione. Pechino ha condannato l’uccisione di Soleimani e ha poi chiesto alle parti di esercitare prudenza, di contenersi.

L’ambasciatore iraniano in Cina Mohammad Kesharcaz Zadeh, in dichiarazioni dure, aveva avvertito che ci sarebbe stata una rappresaglia e che non sarebbe stata contro un singolo elemento. Sul Global Times, una delle voci del Partito comunista cinese, oggi, viene fatto un parallelismo sull’escalation in corso e quella che portò allo scoppio della Prima guerra mondiale. Per Hua Liming, un influente diplomatico di lungo corso che è stato ambasciatore in Iran, siamo a uno snodo fondamentale della vicenda: “La chiave ora è la dimensione della reazione americana, dovremo vedere se vorranno de-escalare la situazione”.

Intanto l’ambasciata iraniana a Pechino è diventata un trend sul Twitter cinese, Weibo, con un post in lingua mandarina che ha avuto centinaia di migliaia di rilanci. A sormontare una bandiera iraniana, il testo recita: “E’ iniziata la fine della maligna presenza Usa in Asia occidentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com