Covid e Damiano: ‘Draghi intervenga su stabilizzazione medici Inail’

 “La notte del Milleproroghe alla Camera ha riservato molte sorprese: non ultima, l’amara constatazione è che l’emendamento che avrebbe dovuto stabilizzare medici e infermieri dell’Inail assunti a termine, non è stato approvato per mancanza di copertura, bloccato dalla Ragioneria dello Stato, nonostante il fatto che fosse sostenuto dal ministero del Lavoro.” Lo dichiara Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e consigliere Inail. “Una scelta grave: da eroi schierati in prima linea, elogiati da tutti per la loro dedizione, a lavoratori da dimenticare. Eroi per un giorno? Il Governo provveda a trovare una soluzione se non si vuole mettere sotto i piedi il profilo sociale della sua azione, in un tempo che richiederebbe invece il massimo di attenzione alla tutela dei più fragili – aggiunge il presidente di Lavoro&Welfare -. Il Governo eviti di avere un andamento schizofrenico nelle sue scelte: quasi nelle stesse ore, nel Consiglio dei Ministri si stanziavano giustamente le risorse per le famiglie dei medici deceduti nel corso della pandemia. Provvedimento che abbiamo sostenuto a spada tratta, perché onora chi ha sacrificato la sua vita con altruismo e senso di responsabilità. Noi chiediamo soltanto coerenza, soprattutto se il Premier Draghi afferma che va combattuta la precarietà dei giovani: ebbene, qui abbiamo dei giovani che verranno lasciati a casa, mentre l’Inail è sotto organico e si appresta a fare assunzioni. Un assurdo controsenso. Il Premier intervenga”.

Circa Redazione

Riprova

Governo Meloni e successi raggiunti, tra lotta all’immigrazione clandestina e rimpatri, come certifica il Viminale

Sulla lotta all’immigrazione clandestina e sugli sbarchi il governo Meloni sta facendo sul serio. E …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com