Coronavirus: stretta Gb, torna appello a lavoro da casa

Non ci sarà solo il preannunciato ripristino della stretta su pub, ristoranti e bar (con coprifuoco anticipato in Inghilterra alle 22) fra le misure che il governo Tory di Boris Johnson si prepara ad annunciare oggi di fronte al rimbalzo dei contagi da coronavirus nel Regno Unito. La svolta comprende fra l’altro anche una frenata rispetto all’incoraggiamento degli ultimi mesi alla popolazione a tornare sui luoghi di lavoro: e il ritorno invece all’appello a “lavorare da casa” indirizzato a tutti coloro che possono farlo. Lo ha anticipato il ministro Michael Gove, reduce da una seduta del coniglio di gabinetto svoltasi stamattina per definire le ultime misure, sottoposte in queste ore a una riunione ad hoc del comitato di emergenza Cobra allargata da Johnson ai capi dei governi locali di Scozia, Galles e Irlanda del Nord.
In generale l’obiettivo torna ad essere quello di “ridurre l’interazione sociale per rallentare la diffusione del virus”, ha spiegato Gove, mentre si cerca di evitare lo spettro di un lockdown generale bis. Il panorama completo dei provvedimenti sarà illustrato più tardi dal premier alla Camera dei Comuni. In serata Johnson rivolgerà inoltre un messaggio televisivo alla nazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com