Coronavirus, GdF Catania sequestra mascherine false con loghi calcio e cartoni animati

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania nei giorni scorsi, presso un soggetto dislocato nell’area di produzione di Bronte, hanno sottoposto a sequestro oltre 700 mascherine in tessuto lavabile ad uso comune ed alcuni macchinari impiegati per la loro produzione. I dispositivi protettivi riportavano l’effige di personaggi di noti marchi commerciali o erano pronte per essere assemblate, tramite termosaldatura su tessuto, con famosi loghi protetti dal diritto di proprietà. Nel dettaglio le mascherine riportavano i disegni dei personaggi televisivi amati dai più piccini, i loghi delle blasonate squadre di calcio, i simboli delle famose scuderie di Formula Uno oppure i simboli delle maison di moda più in voga.

Nella fase 3 del Coronavirus l’abbinamento delle mascherine con gli eroi dei cartoon o dello sport sembra aver acceso la fantasia imprenditoriale di coloro che sono dediti alla produzione e vendita di beni contraffatti. Tale fenomeno, soprattutto quello rivolto ai bambini, appare essere la nuova frontiera del commercio illecito anche on-line.Proprio grazie ad apposita attività info-investigativa svolta in ambiente internet i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Catania sono riusciti a individuare la produzione e il commercio illegale di mascherine contraffate posto in essere da una nota fabbrica tessile sita nel comune di Bronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com