Coronavirus e Dombrovskis: “Ue pronta a favorire gli eurobond”

La discussione a livello europeo per le decisioni economiche continua come ha confermato in un’intervista a Repubblica il vice presidente della Commissione, Valdis Dombrovskis: “Siamo in costante contatto con i singoli governi – ha assicurato – sappiamo che stanno preparando delle proposte e sul tavolo abbiamo quella della Francia. Noi siamo aperti a ogni opzione, abbiamo bisogno di una risposta ambiziosa ma allo stesso tempo coordinata ed efficace contro la crisi. Bruxelles vuole facilitare questo lavoro“. E sul piano Sure precisa: “Abbiamo mobilitato il 3% del Pil di denaro fresco e il 16% in garanzie. Inoltre, i governi continuano ad annunciare nuove misure e ad aggiornare le stime dell’impatto del virus sull’economia“.

Una discussione che continuerà nelle prossime ore con una soluzione che va trovata prima del prossimo 7 aprile 2020, quando è in programma il Consiglio europeo. “Stiamo esplorando tutte le opzioni – assicura Dombrovskis – i coronabond hanno molti titoli sui giornali ma sul tavolo abbiamo diverse proposte. Ribadisco che il bilancio pluriennale Ue sarà il nostro piano Marshall e per questo deve essere ambizioso, con fondi in anticipo e una forte componente sugli investimenti“.

 Sulla discussione a livello europeo è ritornato a Luigi Di Maio in un’intervista ai microfoni di Der Spiegel: “I nomi non mi interessano – ha detto il ministro degli Esteri – dobbiamo trovare lo strumento migliore e reagire insieme all’aggravarsi della crisi economica. Abbiamo bisogno di tutta la forza dell’Unione Europea e delle garanzie di Stato europee per rendere sicuro il futuro dell’Europa“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com